Vacanza Rovinata
MENU

Condanna del Tour Operator Going al Risarcimento

Responsabilità del tour operator per volo cancellato

Rimborso Going

Ennesima vittoria in favore di un nostro assistito che ha ottenuto grazie all’intervento di VACANZAROVINATA.IT una dura sentenza di condanna del tour operator Going ritenuto responsabile di aver falsamente promesso, al momento della vendita del pacchetto viaggio, un volo di ritorno che di fatto non era mai stato contrattualizzato con la compagnia aerea. Il tour operator Going è stato dunque condannato a corrispondere al nostro assistito la somma complessiva di € 900,00 a titolo di compensazione pecuniaria e risarcimento del danno da vacanza rovinata.

Svolgimento del giudizio

Con atto di citazione notificato, l’attore descritto in epigrafe  conveniva in giudizio il tour operator Going S.r.l. e la compagnia aerea Meridiana fly S.p.a. chiedendo, previa affermazione del loro inadempimento, la condanna delle stesse, a risarcimento dei danni patrimoniali e non patrimoniali a titolo di “vacanza rovinata”.

Più in particolare, quanto ai presupposti di fatto e di diritto posti a sostegno della domanda, l’attore precisava di aver acquistato, per il tramite dell’agenzia di viaggi Bluevacanza, un pacchetto turistico organizzato dal tour operator Going s.r.l. per il periodo 27.09.2009-04.10.2009 relativo ad un soggiorno in Egitto presso la struttura Dominica Coral Bay di Sharm El Sheikh comprensivo del volo diretto a/r Verona – Sharm El Sheikh. Terminato il soggiorno, l’attore, giunto nell’aeroporto di Sharm El Sheikh, veniva informato dai responsabili locali del tour operator Going S.r.l. che il volo di ritorno Eurofly GJ1809 previsto per le ore 12.00 del 04.10.200 era stato inspiegabilmente cancellato con la sua forzata riprotezione su altro volo Livingston LM232 in partenza alle ore 2.50 del giorno successivo. Tale riprotezione comportava per l’attore una lunga attesa di 15 ore nell’aeroporto di Sharm El Sheikh con rientro in Italia il giorno successivo rispetto a quello originariamente previsto.

La causa veniva iscritta a ruolo nei termini di legge, si costituiva in giudizio la compagnia aerea Meridiana fly S.p.A. contestando la propria responsabilità per il lamentato disservizio dovuto al tour operator Going S.r.l. nei confronti del quale spiegava domanda riconvenzionale chiedendo, previa affermazione della sua responsabilità esclusiva, la condanna della stessa al risarcimento dei danni patrimoniali e non patrimoniali subiti; su richiesta, veniva autorizzata la notifica della spiegata domanda riconvenzionale nei confronti del contumace tour operator Going S.r.l. ma lo stesso, benché ritualmente citato, non riteneva costituirsi.

Terminata la fase istruttoria, precisate le conclusioni, di cui in epigrafe, all’udienza del 29.11.2010 la causa veniva assegnata a sentenza.

Motivi della decisione

La domanda è, per quanto di ragione, fondata e, pertanto, meritevole di accoglimento che, sulla scorta della documentazione agli atti, possono dirsi provati i presupposti di fatto e di diritto posti a sostegno della medesima.

Dalla documentazione prodotta ed allegata dall’attore si rileva, infatti, come il sig. M. S. abbia acquistato, per il tramite dell’agenzia di viaggi Bluevacanze, un pacchetto turistico organizzato dal tour operator  Going S.r.l. per il periodo 27.09.2009-04.102009 relativo ad un soggiorno in Egitto presso la struttura Domina Coral Bay Di Sharm El Sheikh comprensivo del volo diretto a/r Verona – Sharm El Sheikh; in particolare, secondo il programma di volo contenuto nella conferma di prenotazione del pacchetto viaggio, l’attore avrebbe dovuto far ritorno con il volo Eurofly GJ1809 in partenza dall’aeroporto di Sharm El Sheikh alle ore 12.00 del 4.10.2009 con arrivo previsto alle ore 16.05 del giorno stesso.

Tuttavia, dalla documentazione prodotta ed allegata dalla convenuta compagnia aerea Merdiana Fly è emerso che, il suddetto volo Eurofly GJ1809 del 04.102009 non è mai stato contrattualizzato dal tour operator Going S.r.l. contrariamente a quanto, invece, da quest’ultimo falsamente garantito e promesso all’attore  all’atto della stipula del pacchetto viaggi.

Ed, infatti, il negato imbarco da parte del tour operator Going S.r.l. sull’originario volo promesso, ha costretto l’attore ad una lunga permanenza nell’aeroporto di Sharm El Sheikh per la durata di 15 ore – in attesa del decollo del volo di riprotezione Livingston LM232 in partenza alle ore 2.50 del 05.10.2009 – ed al rientro in Italia il giorno successivo rispetto a quello originariamente previsto.

Ne consegue che, ai sensi dell’art. 93 del D. Lgs. 206/2005 “Codice del Consumo” il tour operator Going S.r.l., risultando inadempiente alle obbligazioni assunte con la vendita del pacchetto turistico è tenuto al risarcimento dei danni.

Tanto precisato all’istante, ai sensi dell’art. 7 del regolamento CE n. 261/2004, è dovuta la cd. compensazione pecuniaria pari ad e 400,00 trattandosi di tratta aerea inferiore a Km 3.500.

Per quanto attiene invece al danno non patrimoniale il Giudice ritiene che, in conseguenza del grave inadempimento nel quale è incorsa la Going S.r.l., il sig. M .S. abbia subito una turbativa ed uno stato di ansia e stress per mancata ed errata informazione e per la violazione degli obblighi di assistenza da parte de tour operator durante la lunga permanenza in aeroporto e per la l’impossibilità di essere presente il giorno  e l’ora indicata in Italia; quindi facendo riferimento anche alle presunzioni semplici, tenuto conto che l’attore ha fornito elementi concordanti di gravità del fatto, si stima giusta ed equilibrato quantificare detto danno, ex art. 1226 c.c., in € 500,00.

Rigetta ogni altra richiesta perché non provata.

In conclusione la Going S.r.l. in persona del legale rapp.te p.t., va condannata al pagamento in favore dell’attore della somma totale di € 900,00, oltre interessi dalla domanda al saldo e spese di giudizio come liquidate in dispovo.

Consegue la soccombenza, inoltre, la condanna della Going S.r.l., in persona del legale rapp.te p.t., alla refusione delle spese del giudizio in favore della convenuta Meridiana Fly S.p.A. che vengono liquidate così come da dispovo.

P.Q.M.

Il Giudice di Pace, definitivamente pronunciando nella causa proposta, così come in narrativa, così provvede:

  • Dichiara l’esclusiva responsabilità della Going S.r.l., in persona del legale rapp.te p.t., in relazione ai fatti per cui è causa e, per l’effetto, la condanna al pagamento in favore di M. S. della somma di € 900,00, per le causali in motivazione e, oltre interessi dalla domanda al saldo effettivo;
  • Rigetta la domanda riconvenzionale spiegata dalla Meridiana Fly e condanna la Going S.r.l. in persona del legale rapp.te p.t. alla refusione delle spese di giudizio in favore della convenuta Meridiana fly S.p.A. in p.l.r.p.t.;
  • Condanna la Going S.r.l. al pagamento delle spese di giudizio.

Richiesta di Risarcimento e Rimborso

Ti hanno rovinato la vacanza?

Problemi con il volo?

Hanno smarrito i tuoi bagagli?

Fai valere i tuoi diritti!

Otterrai il dovuto risarcimento senza alcuna spesa anticipata

Clicca qui e scopri come »

Seguici sui Social Network per rimanere aggiornato sulle nostre iniziative a tutela dei viaggiatori
Google+
Zaniah srl - Consulenza Web