Vacanza Rovinata
MENU

Condanna di Sprintours al rimborso per Vacanze Rovinate

Rimborso Vacanza per Annullamento Viaggio

Risarcimento Sprintours

A causa del grave inadempimento posto in essere dal tour operator Sprintours una coppia di turisti è riuscita ad ottenere tramite l’intervento dei legali di VACANZAROVINATA.IT la somma di oltre € 3.400 quale rimborso integrale del prezzo corrisposto per l’acquisto di un pacchetto viaggio non fruito. Il giudice competente, rilevato che la mancata partenza dei turisti fosse da attribuire alle continue variazioni dell’orario di partenza del volo di andata nonché ad ulteriori responsabilità imputabili al tour operator, ha condannato la Sprintours al rimborso del viaggio annullato in favore degli attori.

Fatto e diritto

Con atto di citazione, debitamente notificato, P.L. e M. S. esponevano di avere acquistato un pacchetto viaggi distribuito dal tour operator Sprintours Spa per il periodo 23.12.2009 – 31.12.2009 località Zanzibar per l’importo di € 3.470,00 sottoscrivendo nel contempo con la Mondial Assistance Spa la polizza assicurativa “Viaggia Sicuro” – Annullamento Viaggio.

Poche ore prima della partenza, venivano informati che il volo fissato per le ore 23:40 del 23.12.2009 era stato posticipato al giorno successivo con partenza alle ore 21:30. Il 24.12.2009, recatisi all’aeroporto Roma – Fiumicino, apprendevano che il volo per Zanzibar delle ore 21:30 avrebbe subito un nuovo ritardo e, pertanto, sarebbe partito alle ore 3,50 del 25 dicembre 2009.

Essi allora effettuavano regolare check-in e si ponevano in attesa del proprio volo. Intanto, congiuntamente agli altri passeggeri, data l’ora tarda ed essendo la vigilia di Natale, venivano accompagnati presso un ristorante adiacente ove veniva loro offerta dal tour operator una cena natalizia.

Terminata la cena, verso le ore 0:00 recatisi in aeroporto apprendevano con comprensibile sconcerto che il volo per Zanzibar avrebbe subito un ulteriore ritardo e sarebbe partito probabilmente verso le 5:35.

A questo punto, oltre allo stato di nervosismo e stress accumulato da una snervante vigilia di Natale in aeroporto, sia il sig. P. che la sig.ra M. iniziavano ad accusare uno stato di malessere dovuto alla cena poco prima consumata, tanto che si vedevano costretti a raggiungere il vicino presidio sanitario dove entrambi veniva diagnosticato “… dolore addominale di sede non specificata; si consiglia riposo domiciliare, dieta leggera ed assunzione di liquidi con una prognosi di gg. 2 salvo ulteriori accertamenti…”.

Pertanto, gli istanti, a causa del sopravvenuto malore nonché delle reiterate posticipazioni dell’orario di partenza del volo si vedevano costretti a rinunciare alla vacanza a Zanzibar ed a ritornare a casa, dopo aver trascorso l’intera notte della vigilia di Natale in aeroporto.

Gli istanti, unitamente ad altri partecipanti al viaggio sottoscrivevano denuncia presso  gli uffici della Polizia di Frontiera Aerea di Fiumicino onde segnalare l’impossibilità di usufruire dell’acquistata pacchetto vacanze ed, in data 28.12.2009 provvedevano a mezzo di raccomandata A/R a richiedere alle società convenute la restituzione dell’importo corrisposto per l’acquisto del pacchetto vacanze non potuto usufruire. Tale richiesta era rimasta inascoltata e, pertanto, chiedevano la condanna della Sprintours Spa alla restituzione del prezzo di acquisto del pacchetto ed, in subordine la condanna delle Mondial Assistance Spa al rimborso della indicata somma dovuto ai sensi dell’art. 1 lett. A) delle condizioni Generali di contratto “Prodotto B” – Garanzia annullamento viaggio.

Instauratosi il contraddittorio, entrambe le società convenute si costituivano in giudizio resistendo alla domanda e chiedendone il rigetto.

Precisate le conclusioni, la causa è stata riservata a sentenza.

La domanda è fondata. Invero la vicenda come narrata dagli istanti e per nulla sostanzialmente contestata, integra gli estremi dell’inadempimento contrattuale  consistente nei continui rinvii della partenza. Che tale inadempimento non sia di poco conto è dato dalla circostanza che la vacanza veniva considerevolmente abbreviata facendo venir meno il suo interesse o addirittura rovinarla.

Pertanto, dichiarato il grave inadempimento da parte della Sprintours Spa, ne consegue l’annullamento del contratto con condanna della stessa alla restituzione agli instanti dell’importo di € 3.470,00 oltre interessi dalla domanda al soddisfo.

Per altro verso gli istanti avrebbero comunque avuto il diritto di ripetere il prezzo del pacchetto attesa la sopravvenuta malattia, come certificata dalla Asl Roma D, dovuta alla cena offerta dalla Spa Sprintours.

Le spese seguono la soccombenza e si liquidano come da dispovo.

P.Q.M.

Il Giudice di Pace, definitivamente pronunciando, così provvede:

  • Accoglie la domanda e, per l’effetto, condanna la Sprintours Spa, in persona del legale rappresentante p.t., al pagamento, in favore di P. L. e M. S., della somma di €  3.470,00 oltre interessi dalla domanda al saldo effettivo;
  • Condanna, inoltre, la Sprintours Spa al pagamento delle spese di giudizio.

Richiesta di Risarcimento e Rimborso

Ti hanno rovinato la vacanza?

Problemi con il volo?

Hanno smarrito i tuoi bagagli?

Fai valere i tuoi diritti!

Otterrai il dovuto risarcimento senza alcuna spesa anticipata

Clicca qui e scopri come »

Seguici sui Social Network per rimanere aggiornato sulle nostre iniziative a tutela dei viaggiatori
Google+
Zaniah srl - Consulenza Web