Rimborso Blue Air

Ottieni gratuitamente con noi fino a € 600 di rimborso!

In caso di volo cancellato, ritardo aereo e bagagli smarriti ti aiutiamo ad ottenere il rimborso del biglietto ed il risarcimento del danno dalla compagnia aerea Blue Air.

Rimborso volo Blue Air

Hai prenotato un volo con Blue Air ma il tuo volo ha subito un lungo ritardo oppure è stato cancellato? Hai perso la coincidenza perché il primo volo era in forte ritardo? Oppure Blue Air ti ha negato l’imbarco perché non c’erano sufficienti posti a bordo?

Se hai subito un disagio durante il tuo viaggio, sappi che la compagnia ha, per legge, precisi obblighi verso i suoi passeggeri. Anche se probabilmente non ti accadrà mai di subire disagi aerei (cosa che ti auguriamo), è sempre meglio essere preparati per ogni evenienza e conoscere i propri diritti.

Fondata nel 2004, questa compagnia offre voli a basso costi verso numerose città europee, con forte concentrazione negli aeroporti italiani di Roma, Napoli, Firenze, Bologna, Catania, Bergamo, Milano, Torino, Lamezia Terme e Bari.

Programma frequent flyer: PPS Club – Kris Flyer

Rimborso volo Blue Air

Che diritti ho viaggiando con Blue Air in caso di problemi con il mio volo?

La Carta dei Diritti del Passeggero sancisce i diritti di chi viaggia con una compagnia aerea. Essa prevede tutto quello che la compagnia è tenuta a fare in caso di problemi, cioè:

  • Fornire assistenza ai passeggeri.
  • Trovargli un posto su un altro volo della compagnia o rimborsare il costo del biglietto.
  • Versare una somma a titolo di compensazione.
  • Risarcire i danni a chi ne faccia richiesta.

Vediamo di analizzare queste voci.

Assistenza ai passeggeri da parte di Blue Air

Blue Air è tenuta a fornire ai passeggeri assistenza per tutta la durata del disagio. L’assistenza consiste innanzitutto nel fornire cibo e bevande ai passeggeri.

I passeggeri devono poi essere poi imbarcati su un altro volo (salvo rinuncia esplicita del passeggero a volare con la compagnia) e se tale volo parte uno o più giorni dopo Blue Air è tenuta a farsi carico anche delle spese per l’albergo e per il trasferimento verso il luogo di pernottamento.

Infine Blue Air deve garantire ai passeggeri la possibilità di effettuare due telefonate o inviare due email o fax.

Indirizzamento su altro volo o rimborso

Se un volo viene cancellato o un passeggero si vede negato l’imbarco per Overbooking o perdita della coincidenza, Blue Air deve trovare un posto al passeggero su un altro volo. Durante l’attesa dovrà fornire al passeggero la dovuta assistenza.

Se il passeggero intende rinunciare a viaggiare con Blue Air, la compagnia è tenuta ad emettere un rimborso del costo del biglietto. Il rimborso è totale, salvo nei voli con scalo dove la prima tratta sia stata già usufruita. In questo caso il rimborso sarà parziale.

Compensazione da parte di Blue Air

La legge stabilisce anche che la compagnia debba versare una somma a titolo di compensazione. Tale somma non è relazionata al costo del biglietto, ma viene decisa sulla base dei km della tratta aerea nella seguente misura:

  • Tratta aerea inferiore o pari a 1500 km: € 250.
  • Tratta aerea compresa tra i 1501 km ed i 3500 Km: € 400.
  • Tratta aerea superiore a 3501 km: € 600.

Risarcimento danni da parte di Blue Air

Nel caso in cui il disagio aereo abbia provocato danni al passeggero, egli può richiedere un risarcimento alla compagnia. Il risarcimento danni non è sempre semplice da ottenere ed è sempre buona norma farsi aiutare da qualcuno competente.

In quali casi posso chiedere l’esercizio dei miei diritti?

Puoi pretendere che Blue Air ti fornisca assistenza e ti versi una somma a titolo compensatorio e un eventuale risarcimento tutte le volte che il tuo viaggio risulta compromesso da qualche mancanza della compagnia. Nello specifico, quando un volo subisce un forte ritardo (superiore a 3 ore) oppure viene addirittura cancellato e tutte le volte che ti viene negato l’imbarco per overbooking o perdita della coincidenza.

L’overbooking è una pratica comune presso molte compagnie aeree, che consiste nel vendere più biglietti dei posti a bordo. La compagnia infatti conta sul fatto che non tutti i passeggeri si presenteranno alle porte di imbarco e avrà così avuto modo di massimizzare i suoi guadagni. Se tutti i passeggeri si presentano però, qualcuno è costretto a rimanere a terra. I passeggeri che non potranno imbarcarsi vengono scelti da Blue Air, la quale deve prima assicurarsi che non ci siano volontari.

Nei voli con scalo invece può capitare di perdere la coincidenza. Questo può avvenire quando il primo volo atterra in ritardo nell’aeroporto di scalo.

Smarrimento del bagaglio con Blue Air

Un caso a parte è costituito dallo smarrimento del bagaglio, altro incidente che può capitare nel corso di un viaggio in aereo. Si tratta di una vera seccatura attraverso la quale molti passeggeri passano.

Quando il bagaglio viene smarrito, per alcuni giorni o anche definitivamente, il passeggero si ritrova in una città che non è la sua senza vestiti ed effetti personali. In questo caso può chiedere alla compagnia il rimborso delle spese sostenute per gli acquisti documentati che si trova costretto a fare nella città di destinazione. L’importo massimo che viene concesso è di € 1400 e la richiesta va fatta entro 21 giorni.

Blue Air è sempre tenuta ad assistere e risarcire i passeggeri?

Non sempre. Se la compagnia è responsabile del disagio creato, allora dovrà provvedere secondo le modalità precedentemente indicate. Non sempre però Blue Air si può ritenere responsabile.

Se nel caso di Overbooking è palese una responsabilità della compagnia aerea, in caso di condizioni atmosferiche avverse è chiaro che c’è una forza maggiore che ha impedito alla compagnia l’adempimento dei suoi doveri. Casi analoghi sono gli scioperi oppure ragioni di sicurezza e ordine pubblico.

Se la compagnia non è responsabile direttamente del disagio arrecato ai passeggeri, non è tenuta a pagare né compensazioni, né risarcimenti. Rimane in ogni caso tenuta a fornire assistenza ai passeggeri, collocandoli sul primo volo utile o rimborsandoli se intendono rinunciare al viaggio e fornendo cibo, bevande, chiamate gratuite ed, eventualmente, hotel e transfer.

È semplice far valere i propri diritti con Blue Air?

A volte non lo è affatto. Le compagnie cercano sempre di evitare di versare compensazioni e risarcimenti ai passeggeri. Cercano di giustificarsi dicendo che la causa del ritardo o della cancellazione del volo non sia dipesa da loro.

Non sempre purtroppo è così. Spesso si tratta di un pretesto per non pagare. Noi di vacanzarovinata.it siamo incappati in diversi casi del genere nel corso della nostra lunga esperienza nel settore. Il nostro consiglio è sempre quello di farsi seguire da chi è competente in materia ed è eventualmente in grado di capire e rispondere adeguatamente quando una richiesta di risarcimento viene rigettata dalla compagnia.