Volo in ritardo o cancellato? Ottieni gratis e subito il tuo rimborso

Contattaci

Volo in ritardo? Rimborso facile con Vacanza Rovinata

Data di pubblicazione: 22 Dicembre 2020
Volo in ritardo? Rimborso facile con Vacanza Rovinata

Se hai bisogno di sapere come ottenere il rimborso per un volo in ritardo, ti trovi sulla pagina giusta.

Tra tutti gli imprevisti che ti possono capitare in aeroporto, infatti, quello del volo in ritardo è in assoluto uno dei più seccanti.

Intendiamoci: meglio un volo in ritardo rispetto a uno cancellato, ma anche in questo caso ti toccherà sopportare non pochi disagi, con conseguenze più o meno tragiche a seconda della situazione.

Se, infatti, l’areo ritardato è quello che dovrebbe portarti in vacanza, verrai indubbiamente assalito da un senso d’impotente frustrazione, ma tutto sommato sopravvivrai.

Diversamente, se l’areo che atterra in ritardo è il mezzo che avrebbe dovuto condurti a un importante incontro di lavoro, allora è tutto un altro paio di maniche, in quanto è in gioco la tua carriera. Quale che sia il motivo del tuo viaggio, se l’aereo sul quale ti sei imbarcato è arrivato a destinazione in ritardo, hai tutto il diritto di chiedere un rimborso alla compagnia.

Vero è che questo non è il periodo migliore per viaggiare, vista e considerata l’attuale pandemia in corso. La diffusione del Coronavirus ha infatti influito pesantemente sul settore delle compagnie aeree, che si sono viste costrette ad annullare la quasi totalità dei voli in programma, con conseguenti perdite economiche. Se il tuo volo non è stato cancellato, ma ha maturato “soltanto” un ritardo, sei più fortunato di molti altri passeggeri. Ciò detto, hai comunque diritto a chiedere un legittimo rimborso per volo in ritardo e noi siamo qui proprio per spiegarti come devi fare.

Cosa s’intende per volo in ritardo

Iniziamo subito con il chiarire cosa s’intende per “volo in ritardo”.

Questa è un’espressione che di per sé significa tutto e niente. Il termine più corretto da usare, infatti, sarebbe quello di “volo in ritardo prolungato”, ad indicare il fatto che, per poter avere diritto a essere risarcito, il ritardo dev’essere cospicuo.

Un aereo che decolla 30 minuti dopo l’orario stabilito è oggettivamente in ritardo, ma si tratta di una tempistica talmente irrisoria da non dare diritto ad alcun tipo d’indennizzo, nonostante possa comunque procurarti dei disagi. Per convenzione, infatti, si può iniziare a parlare di ritardo aereo solo nel caso in cui esso ammonti ad almeno 2 ore.

Ciò significa, pertanto, che è legittimo parlare di rimborso per ritardo aereo di 2 ore, ma non al di sotto di questa tempistica. Per tutti i ritardi inferiori ai 120 minuti, infatti, sfortunatamente c’è ben poco da fare, nonostante possano creare anch’essi dei fastidiosi disagi.

Quindi, se il ritardo che hai subito rientra in questa fascia, purtroppo non puoi farci nulla, in quanto la legge non prevede alcun tipo di risarcimento per i ritardi “modesti”.

Quello che possiamo consigliarti, nel caso in cui dovessi ripetere nuovamente questa fastidiosa esperienza, è di informati dal personale di terra in merito all’entità del ritardo e sfruttare quel tempo per fare altro.

Gli aeroporti, per fortuna, sono come delle piccole città e offrono numerosi svaghi in attesa della partenza degli aerei. Ti ricordiamo, tuttavia, che i suddetti svaghi sono interamente a tuo carico, in quanto per i ritardi inferiori alle 2 ore non godi di alcun diritto, nemmeno per quanto concerne il risarcimento delle spese extra.

Chiarito questo, entriamo nel vivo della questione parlando di ciò che c’interessa davvero, vale a dire i ritardi prolungati: quelli superiori alle 2 ore. In questo caso, infatti, la questione cambia radicalmente e la tua richiesta di rimborso per volo in ritardo diventa più che legittima.

Vediamo perché.

Quali sono i tuoi diritti in caso di volo in ritardo

La questione del volo aereo in ritardo di oltre 2 ore è disciplinata dall’Articolo 6 del Regolamento Europeo 261/2004, che si occupa di tutelare i velivoli e i loro passeggeri da questo tipo d’imprevisto. 

Più nello specifico, le tutele vengono applicate a:

  • tutti i voli di linea, charter e low cost in partenza da un aeroporto comunitario;
  • tutti i voli di linea, charter e low cost in partenza da un aeroporto situato in un Paese fuori dalla Comunità Europea, ma con una destinazione e compagnia entrambe europee, a patto che la compagnia in questione non abbia già beneficiato delle leggi vigenti nel Paese di partenza.

Ciò significa, in parole povere, che per poter beneficiare dei diritti stabiliti dalla legislazione europea devi volare con una compagnia europea a bordo di un velivolo che parta da un qualunque aeroporto europeo.

Se, al contrario, ti sei affidato a una compagnia straniera e sei partito da un Paese situato al di fuori dall’Europa, dovrai necessariamente fare affidamento sulle leggi locali o sulla Convenzione di Montreal (ove applicabile), anche se la tua destinazione fosse un aeroporto situato all’interno della Comunità Europea.

rimborso per volo in ritardo

Come puoi capire tu stesso, le leggi europee in fatto di trasporto aereo sono estremamente mirate e severe in fatto di tutela dei passeggeri e questo è sicuramente un bene. Allo stesso tempo, tuttavia, devi sempre ricordarti che la legge non ammette ignoranza e, di conseguenza, è tuo dovere sapere esattamente come ti devi comportare per essere certo di godere dei diritti sopra citati.

Essere il passeggero di un aereo che viaggia all’interno dell’Europa, infatti, non ti dà automaticamente il diritto a essere tutelato. Prima di avanzare una qualunque pretesa, pertanto, accertati di rispettare i seguenti parametri:

  • sei in possesso di un biglietto aereo in grado di testimoniare che sei un passeggero del volo in ritardo;
  • hai una prenotazione confermata per quel volo;
  • ti sei presentato al check in nei tempi e nei modi indicati dalla compagnia o comunque almeno 45 minuti prima della partenza.

Se ti rispecchi in tutti e tre i punti, allora siamo lieti di comunicarti che hai pienamente diritto a chiedere il tuo rimborso per volo in ritardo.

Se, al contrario, hai viaggiato a titolo gratuito o a una tariffa ridotta non accessibile al pubblico (per esempio perché sei dipendente di una compagnia aerea o di un tour operator), non hai diritto ad alcun tipo di risarcimento.

Discorso che vale anche nel caso in cui il ritardo sia motivato da cause di forza maggiore indipendenti dalla compagnia aerea, come per esempio condizioni climatiche avverse, e in quel caso puoi fare la richiesta di rimborso per un volo cancellato per maltempo.

Altre circostanze riguardano:

  • scioperi del personale;
  • scioperi dei controllori di volo;
  • problemi relativi alla sicurezza del volo.

Chiarito questo, cerchiamo ora di capire a quale tipo di assistenza hai diritto nel caso in cui il tuo volo abbia maturato un ritardo di oltre 2 ore. In questo frangente, infatti, la compagnia aerea è tenuta a rendere la tua attesa il meno pesante possibile, mettendo a tua disposizione tutto ciò che ti può servire, ovviamente a titolo gratuito. Più nello specifico hai diritto a:

  • pasti e bevande per l’intera durata dell’attesa in aeroporto;
  • un’adeguata sistemazione in albergo, con trasporto da e per l’aeroporto, nel caso in cui il ritardo dovesse protrarsi fino al giorno successivo;
  • la possibilità di effettuare due telefonate o inviare messaggi tramite fax, telex e mail.

E questo per quanto riguarda l’assistenza pratica che devi obbligatoriamente ricevere dal personale di terra. In merito alla questione economica, invece, dovresti sapere che il rimborso del biglietto non è la tua sola possibilità e non è detto che tu ne abbia diritto.

Solitamente, infatti, quello che ti spetta nel caso in cui tu sia vittima di un volo in ritardo è un indennizzo pecuniario a titolo di risarcimento dei danni che hai dovuto subire. Questo perché il rimborso vero e proprio ti spetterebbe soltanto nel caso in cui tu decida di rinunciare del tutto al viaggio. Si tratta di una differenza importante, che devi tenere bene a mente e, per poterlo fare, è necessario che tu conosca perfettamente la differenza tra rimborso e risarcimento.

Che differenza c’è tra rimborso e risarcimento in caso di volo in ritardo

Per poter entrare nel vivo della questione e comprendere l’importante differenza che intercorre tra rimborso e risarcimento, è fondamentale conoscere il significato esatto di queste due espressioni, spesso erroneamente usate come sinonimi.

In realtà non vi è nulla di più sbagliato, in quanto si tratta di due termini applicati a situazioni completamente differenti.

  • Il rimborso per un volo in ritardo altro non è se non la restituzione dei soldi spesi per il biglietto aereo o per le spese sostenute in conseguenza della ritardata partenza del volo. Parliamo pertanto di una cifra specifica, che varia a seconda del tipo di viaggio prenotato e che non è possibile ottenere come conseguenza di un “banale” ritardo aereo. Questo perché il rimborso ti spetta soltanto nel caso in cui il ritardo sia tale da spingerti a rinunciare del tutto al viaggio o quantomeno ad un’attesa di almeno 2 ore dovuta alla ritardata partenza del volo. In alternativa, puoi avere diritto a un rimborso parziale nel caso in cui tu abbia già affrontato una parte del viaggio, ma decidessi di non proseguire oltre.
  • Il risarcimento per un volo in ritardo, al contrario, è una somma di denaro non specifica che ti viene versata a titolo di compensazione dei danni causati dal ritardo. Il suo ammontare può variare da un minimo di 250 a un massimo di 600 euro e la cifra esatta viene calcolata sulla base della tratta percorsa.

Come puoi vedere tu stesso pertanto, conoscere l’esatto significato di queste due parole ti può risultare molto utile nel momento in sei vittima di un ritardo aereo. Entrando nel merito della questione, devi sapere che la normativa europea ha stabilito delle tempistiche di ritardo molto precise, sulle quali puoi basarti per capire se hai diritto al rimborso o al risarcimento. Se, infatti, il ritardo del tuo aereo è inferiore alle 5 ore (ma superiore alle 3 ore), ti spetta il già citato risarcimento calcolato sulla base della tratta percorsa. In questo modo:

  • tratte inferiori o pari a 1500 Km = 250 euro di risarcimento;
  • tratte comprese tra i 1500 e i 3500 Km = 400 euro di risarcimento;
  • tratte superiori ai 3500 Km = 600 euro di risarcimento.

Se, al contrario, il ritardo maturato risulta pari o superiore alle 5 ore, sei legittimamente autorizzato a rinunciare del tutto a imbarcarti e, di conseguenza, hai pieno diritto a chiedere, oltre al suddetto risarcimento, anche il rimborso per volo in ritardo, totale o parziale a seconda che tu abbia già percorso o meno una parte della tratta (per esempio nel caso in cui il tuo viaggio preveda uno scalo).

Tieni inoltre presente che, se il ritardo di 5 ore ti porta a perdere una coincidenza, puoi comunque ambire a ottenere il risarcimento del danno ed il rimborso totale del biglietto per perdita di coincidenza, nonostante tu abbia già affrontato una parte del viaggio.

Per farlo, tuttavia, devi assicurarti di far valere le tue ragioni, dimostrando che proseguire il viaggio non ti servirebbe a nulla. Ciò avviene per esempio nel caso degli incontri di lavoro: se hai perso la coincidenza, infatti, significa che hai perso anche la possibilità di partecipare alla riunione cui dovevi presenziare. In un caso di questo tipo, va da sé che arrivare a destinazione in ritardo non avrebbe alcun senso e, se riesci a dimostrarlo alla compagnia aerea, il rimborso totale del biglietto non può esserti negato, così come la possibilità di tornare all’aeroporto di partenza con un volo offerto dalla compagnia.

donna triste per un ritardo aereo

Tornando al risarcimento, tuttavia, devi sapere che esistono precise situazioni che sollevano la compagnia da qualsiasi obbligo nei tuoi confronti.

Ci riferiamo alle già citate cause di forza maggiore, che comprendono tutti quegli accadimenti che possono far ritardare il volo e dei quali la compagnia non è responsabile. L’elenco di tali cause comprende:

  • chiusure dell’aeroporto e dello spazio aereo;
  • instabilità politica;
  • rischi legati alla sicurezza;
  • scioperi;
  • condizioni di maltempo.

Avvenimenti di questo tipo, pertanto, non sono imputabili alla compagnia aerea che, di conseguenza, non è più tenuta a risarcirti.

Una volta esserti assicurato che la causa del ritardo del tuo volo non sia imputabile a nessuna di queste circostanze straordinarie, puoi procedere con la richiesta di rimborso o di risarcimento.

Per farlo, naturalmente, devi conservare la carta d’imbarco che attesti l’avvenuta prenotazione del viaggio e tutti gli scontrini derivanti dalle eventuali spese extra che hai dovuto sostenere.

In questo modo, infatti, sarai munito di una serie di prove preziose che ti risulteranno molto utili nel momento in cui dovrai far valere le tue ragioni con gli addetti della compagnia.

In circostanze di questo tipo, infatti, commettere un passo falso è molto più comune di quanto si pensi, soprattutto in considerazione del fatto che non sei abituato a trattare con le compagnie aeree.

Ed è qui che entriamo in gioco noi di Vacanza Rovinata. I nostri legali vantano infatti una grande esperienza nella risoluzione di questo tipo di problemi, motivo per cui affidarti alla loro competenza si pone indubbiamente come la soluzione migliore. Questo anche virtù del fatto che la procedura burocratica da seguire per ottenere il rimborso per volo in ritardo può rivelarsi più o meno lunga e complessa a seconda della compagnia aerea con cui hai a che fare.

Come chiedere il rimborso per volo in ritardo alle compagnie aeree

Se hai intenzione di procedere con la richiesta di rimborso per volo in ritardo rivolgendoti direttamente alla compagnia con la quale hai organizzato il viaggio, devi armarti di forza e pazienza poiché quella che ti attende non è un’impresa facile.

I rimborsi, infatti, dovrebbero essere erogati entro e non oltre 7 giorni dalla relativa richiesta ma, sfortunatamente, le tempistiche possono allungarsi notevolmente, specialmente in un periodo complicato come quello che stiamo attualmente vivendo.

Se, infatti, è vero che tutte le compagnie europee sono soggette alla medesima normativa (quella stabilita dal già citato Regolamento Europeo 261/2004), è altrettanto vero che ognuna di esse è libera di gestire la procedura di richiesta di rimborso come meglio crede.

Alcune compagnie, per esempio, mettono a disposizione dei moduli da compilare online; altre, invece, chiedono di contattare direttamente il servizio clienti.

Di seguito, pertanto, ti proponiamo un elenco delle principali compagnie europee (tra le quali potrebbe esserci quella con cui hai viaggiato tu), illustrandoti nel dettaglio come ciascuna di esse si regola con la richiesta di rimborso per volo in ritardo.

  • Ottenere il rimborso da Ryanair: partiamo subito con la compagnia low cost più famosa d’Europa, responsabile di organizzare i viaggi di un gran numero di passeggeri. Se anche tu rientri fra di loro e sei vittima di un volo in ritardo, ciò che devi fare è recarti su questa pagina del sito web della compagnia. In essa, come puoi vedere, è presente un modulo da compilare con i dati relativi alla prenotazione del tuo volo. Una volta fatto questo, potrai accertarti dell’effettivo ritardo maturato e avviare la conseguente procedura di rimborso.
  • Ottenere il rimborso da easyJet: altra compagnia low cost famosa quanto Ryanair (e sua diretta rivale), easyJet ti propone anch’essa un modulo da compilare. Per farlo, devi recarti su questa pagina e compilare tutti i dati che ti vengono richiesti. La regola, ovviamente, è la stessa che vale per tutte le compagnie europee: una volta compilato e inviato il suddetto modulo, easyJet dovrebbe inoltrarti il rimborso/risarcimento entro e non oltre 7 giorni ma, come ti abbiamo già spiegato, sfortunatamente non è affatto detto che tale tempistica venga rispettata.
  • Ottenere il rimborso da Alitalia o ITA: attualmente nota come ITA (Italia Trasporto Aereo), la compagnia aerea italiana più famosa d’Europa ti offre la possibilità di consultare una pagina molto articolata nella quale si parla di come devi procedere nel caso in cui tu sia vittima di un volo cancellato o in ritardo. La puoi trovare qui, completa di tutte le informazioni che ti serve sapere in merito a come inoltrare la tua richiesta di rimborso per volo in ritardo.
  • Ottenere il rimborso da Air Europa: una politica molto simile alla precedente è quella adottata da Air Europa. Anche questa compagnia propone infatti una dettagliata pagina informativa che, tra le varie voci presenti, ne offre una relativa ai ritardi e alle cancellazioni dei voli. Quello che dovrai fare, pertanto, è collegarti a tale pagina e seguire le indicazioni che ti vengono fornite.
  • Ottenere il rimborso da Luke Air: se hai organizzato il tuo viaggio con questa compagnia, precedentemente conosciuta con il nome di Blue Panorama, devi collegarti al suo sito e visionare questa pagina. In essa, come avrai modo di vedere, sono presenti diverse F.A.Q e, tra di esse, figura anche quella relativa ai voli vittima di ritardi prolungati, vale a dire ciò che è capitato a te. Anche in questo caso, pertanto, se vuoi inoltrare la tua richiesta di rimborso per volo in ritardo direttamente alla compagnia, non devi fare altro che seguire le istruzioni che ti vengono fornite.
  • Ottenere il rimborso da Volotea: questa nota compagnia low cost spagnola, pur avendo anch’essa un sito web, quando si tratta di elargire rimborsi tende a mostrarsi un po’ vaga. La pagina di riferimento, a tal proposito, è questa. Si tratta però di una pagina informativa generica, le cui indicazioni risultano piuttosto confuse. In casi come questi, pertanto, la soluzione più “veloce” sarebbe quella di contattare direttamente gli addetti della compagnia, posto naturalmente che il tuo spagnolo o il tuo inglese siano all’altezza del compito.
  • Ottenere il rimborso da Vueling: anche quest’altra compagnia spagnola, in merito alle richieste di rimborso per volo in ritardo, presenta lo stesso problema. Di conseguenza, se hai organizzato il tuo viaggio con Vueling, la cosa migliore che puoi (tentare di) fare è quella di rivolgerti direttamente al suo servizio clienti, chiamando questo numero: 199206621. Il problema, anche in questo caso, è ovviamente di carattere linguistico; prima di chiamare, pertanto, assicurati di essere pronto a sostenere una conversazione tecnica in spagnolo o in inglese.
  • Ottenere il rimborso da Iberia: altra famosissima compagnia aerea spagnola, a differenza delle sue colleghe si dimostra fortunatamente più preparata e aperta alle necessità dei passeggeri in difficoltà. Nel suo sito web è infatti presente un comodo modulo da compilare nel quale ti vengono richiesti tutti i dati relativi al tuo volo, motivazione del reclamo inclusa. Il tuo unico compito, pertanto, consiste nell’inserire tutte le informazioni necessarie e cliccare su “continua”.
  • Ottenere il rimborso da Air France: se hai prenotato il tuo volo con la compagnia di bandiera della Francia, puoi ritenerti fortunato. Anch’essa, infatti, offre un sito web di facile lettura e, soprattutto, un modulo per la richiesta dei rimborsi chiaro e preciso. Lo puoi trovare qui , compilarlo con tutti i dati che ti vengono richiesti e inviare così la tua richiesta di rimborso per volo in ritardo.
  • Ottenere il rimborso da Lufthansa: concludiamo il nostro excursus passando dalla Francia alla Germania e andando a esaminare come se la cava la principale compagnia aerea tedesca con le richieste di rimborso per volo in ritardo. Fortunatamente per te, anche questa compagnia mette a disposizione un comodo modulo per i reclami. Ciò che ti viene richiesto di fare, pertanto, è procedere con la compilazione dei dati e inviarli alla compagnia per ottenere il tuo legittimo rimborso per volo in ritardo.

Come avrai capito tu stesso visionando questo elenco, la politica relativa alle richieste di rimborso per volo non in orario può variare liberamente da compagnia a compagnia e, se sei particolarmente fortunato, il tuo unico compito sarà quello di compilare un modulo e inviarlo: un procedimento facile e veloce.

cosa fare in caso di volo in ritardo

Il problema è che, anche in questo caso, non è affatto detto che il rimborso/risarcimento ti venga tributato entro i 7 giorni canonici previsti dalla normativa. I ritardi nelle procedure burocratiche sono infatti all’ordine del giorno, anche e soprattutto in operazioni di questo tipo. Per non parlare poi dell’eventualità in cui ti tocchi avere a che fare con una compagnia che richiede di servirsi del suo servizio clienti, con relative difficoltà linguistiche nel comunicare.

  • Qual è, dunque, la maniera migliore di comportarsi quando sei vittima di un ritardo aereo?
  • Quali sono i comportamenti corretti da mettere in pratica e che potrebbero aiutarti nella successiva richiesta di rimborso per volo in ritardo?

Scopriamoli insieme.

12 cose che devi fare quando il tuo volo è in ritardo

Nel momento in cui vieni a sapere che il tuo volo è in ritardo, l’ultima cosa che devi fare è quella di adagiarti sugli allori limitandoti a seguire passivamente le indicazioni del personale dell’aeroporto. Al contrario, devi mantenerti lucido e attivo, mettendo in atto una serie di strategie mirate che ti risulteranno molto utili in vista della tua futura richiesta di rimborso per volo in ritardo. Di seguito ti proponiamo un elenco contenente 12 possibili strategie da seguire: tienile bene a mente nel caso in cui dovessi nuovamente trovarti in questa situazione.

1. Presta attenzione agli avvisi e alle notifiche

Ti sarai accorto del fatto che, nel momento in cui il tuo aereo registra un ritardo di almeno 30 minuti, sul display dell’aeroporto viene visualizzata la relativa comunicazione. Una soluzione utile, certamente, ma poco risolutiva. Quello che invece ti suggeriamo è di chiedere, al momento della prenotazione del biglietto, di essere registrato per la notifica degli avvisi relativi al tuo volo. In questo modo, infatti, avrai accesso all’app della compagnia presso cui hai prenotato il viaggio, che ti segnalerà in tempo reale qualsiasi tipo d’imprevisto.

2. Dimostra di conoscere i tuoi diritti in qualità di passeggero

Se sei arrivato a leggere fino a questo punto, questa seconda strategia non dovrebbe più costituire un problema. Per essere certo del fatto che le compagnie diano credito alla tua richiesta di rimborso, devi infatti dimostrare di conoscere i tuoi diritti di passeggero, quelli stabiliti dalla normativa europea e che ti abbiamo illustrato fino adesso. In questo modo, infatti, potrai far valere le tue ragioni molto più facilmente e ottenere più velocemente ciò che ti spetta di diritto.

3. Agisci rapidamente e non perdere tempo

Quando ti rendi conto che il tuo volo è in ritardo, devi agire il più rapidamente possibile. Cerca di avere notizie precise dal personale dell’aeroporto, contatta noi di Vacanza Rovinata, chiama l’agenzia presso la quale hai organizzato il viaggio o muoviti direttamente tu sfruttando l’app della compagnia aerea per modificare sul momento la tua prenotazione. Le opzioni che hai a disposizione non sono poche: sta a te stabilire quale sia la decisione migliore da prendere sul momento. La cosa importante è darti da fare.

4. Mantieni sempre un atteggiamento rispettoso ed educato

Per quanto il ritardo del tuo volo possa averti innervosito, è di fondamentale importanza che t’impegni a mantenere comunque un contegno rispettoso ed educato con gli addetti cui ti rivolgi. Sia che si tratti del personale dell’aeroporto, sia nel caso di agenti di viaggio con cui stai parlando al telefono. Se ti percepiranno tranquillo e bendisposto, infatti, puoi star certo che ti aiuteranno molto più volentieri.

5. Opta per il rimborso solo se non hai altra scelta

Come ti abbiamo già spiegato, per avere diritto al rimborso devi necessariamente rinunciare al tuo viaggio, o quantomeno a una parte di esso. Ti conviene davvero? In alcuni casi sì (vedi l’esempio degli incontri di lavoro), ma in altri risulta più conveniente partire in ritardo e accettare il risarcimento o, come ti abbiamo suggerito, modificare immediatamente la tua prenotazione.

6. Hai una carta di credito? Controlla a quali vantaggi ti dà diritto!

Molti passeggeri come te ne sono inconsapevoli, ma le carte di credito spesso permettono di godere di benefici speciali che puoi sfruttare a tuo vantaggio in situazioni come queste. Alcune si limitano a permetterti l’accesso alla zona lounge dell’aeroporto, dove potrai attendere il tuo volo molto più comodamente e sfruttando il tempo in maniera produttiva (per esempio lavorando al computer con il wifi dell’aeroporto). Altre ancora, invece, ti offrono un’assicurazione di viaggio grazie alla quale ti verranno rimborsate le spese impreviste.

7. Utilizza un consulente di viaggio

Se prenoti il tuo volo con l’aiuto di un consulente di viaggio, avrai a disposizione un prezioso alleato che ti seguirà con attenzione in ogni momento, soprattutto nel caso in cui dovessero verificarsi degli imprevisti.

8. Stipula un’assicurazione di viaggio

Nella tua prossima prenotazione, considera l’idea di stipulare un’assicurazione di viaggio. In questo modo sarai coperto da tutti i possibili imprevisti, inclusa anche l’eventuale perdita o il furto dei documenti di viaggio.

9. Fai attenzione alle offerte dei voucher!

Nel momento in cui decidi di inoltrare ufficialmente la richiesta di rimborso per volo in ritardo, è possibile che la compagnia ti proponga un voucher sostitutivo di pari valore del biglietto da sfruttare per viaggi futuri. Per quanto sia una pratica assolutamente legale, devi sapere che se lo accetterai perderai automaticamente ogni diritto a essere rimborsato Vuoi davvero ricevere un voucher anziché un rimborso monetario? Noi non lo crediamo.

10. Riduci al minimo la possibilità di un ritardo

Una strategia molto utile da seguire è quella di ridurre al minimo la possibilità di un ritardo aereo. In che modo? Per esempio prenotando un volo diretto, senza coincidenze, così da evitare di metterti nella situazione di perderla; oppure scegliendo i momenti migliori per volare, evitando cioè i giorni di punta e gli orari più richiesti e, se ti è proprio necessario fare uno scalo, fai in modo che sia di almeno un giorno, così da guadagnare tempo prezioso per riorganizzarti in caso di ritardo.

11. Informati sulla politica bagagli adottata dalla tua compagnia aerea

Quando sei vittima di un ritardo aereo e decidi di riprogrammare il viaggio o rinunciarvi del tutto e ottenere il rimborso, dovresti sapere per tempo come si comporterà la compagnia aerea in merito al tuo bagaglio. Non tutte le compagnie, infatti, provvederanno a spostare la tua valigia nell’immediato; molte necessiteranno di tempo per recuperarla, facendolo di conseguenza perdere a te. All’atto di prenotazione del volo, pertanto, informati attentamente in merito a questo punto così da evitare una richiesta di rimborso per bagaglio smarrito.

12. Non lasciare che un piccolo ritardo ti rovini l’intero viaggio

Un ritardo aereo è seccante, siamo d’accordo. Ma non è un buon motivo per lasciare che ti rovini l’intero viaggio. Tra tutte le strategie che puoi mettere in pratica, infatti, puoi anche scegliere di sfruttare il tempo dell’attesa per portarti avanti con il lavoro, leggere, documentarti o semplicemente rilassarti, magari facendo shopping in uno dei numerosi negozi presenti negli aeroporti. La scelta di come passare il tempo è soltanto tua: l’importante è farlo fruttare e non perderlo in inutili arrabbiature.

A questo punto, riteniamo che tu sia perfettamente in grado di fronteggiare un volo in ritardo e tutte le sue possibili conseguenze. Il nostro consiglio, tuttavia, è sempre quello di affidarti al team di esperti di Vacanza Rovinata, la cui competenza in questo campo potrebbe farti molto comodo.

Chiedere l’assistenza dei nostri legali, oltretutto, non ti costerà assolutamente nulla, in quanto a pagare la loro parcella ci penserà la compagnia aerea stessa. Dunque che cosa aspetti ad aggiungerti al lungo elenco dei clienti soddisfatti?

Dai un’occhiata alle nostre numerose recensioni positive e compila il modulo che trovi in fondo alla pagina: riceverai entro brevissimo tempo la risposta dei nostri consulenti, pronti a garantirti gratuitamente il massimo sostegno.

Contattaci

Compila il form qui sotto inserendo i dati richiesti così da essere contattato in tempi rapidi da un nostro assistente legale.
  • Formato data:GG trattino MM trattino AAAA
  • Le informazioni personali che vengono richieste sono necessarie per la gestione della richiesta. Tutti i dati personali vengono trattati con la massima riservatezza. Leggi la nostra Privacy policy.
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Articoli correlati

Rimborso volo cancellato: ottienilo subito

Rimborso volo cancellato: ottienilo subito

17 Dicembre 2020

Se stai cercando di capire come ottenere il rimborso per un volo cancellato, ti trovi nel posto giusto. L’esperienza che ti è capitata, sfortunatamente, è molto più comune di quanto tu possa credere, ma ci rendiamo perfettamente conto che, esattamente come tutti coloro che l’hanno sperimentata, eri convinto di esserne immune. Mentre prenotavi il tuo […]
Continua
Ottieni il rimborso monetario anziché voucher in caso di volo cancellato per Covid-19

Ottieni il rimborso monetario anziché voucher in caso di volo cancellato per Covid-19

17 Dicembre 2020

Se vuoi conoscere come ottenere il rimborso in caso di volo cancellato, allora sul nostro sito troverai la soluzione al tuo problema, soprattutto se hai scoperto che la compagnia del tuo volo offre un voucher anziché un rimborso monetario. A causa della massiva cancellazione dei voli conseguente al periodo di lockdown, Il Governo Italiano, al […]
Continua
Contattaci