Rimborso e risarcimento da British Airways gratis con Vacanza Rovinata

  • GG slash MM slash AAAA
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Se hai la necessità di ottenere un risarcimento o rimborso da British Airways, significa che la nota compagnia inglese ti ha procurato un disagio. Quando hai prenotato il volo, ti sarai sentito indubbiamente ottimista e certo del fatto che, dato l’indubbio prestigio del vettore aereo cui ti eri rivolto, non ci sarebbero stati problemi. La verità, purtroppo, è che non esiste compagnia aerea immune dai disservizi, a prescindere dalla sua fama o dal suo prestigio.

E se è vero che gli inglesi sono sempre puntualissimi quando scatta l’ora del tè, potrebbero non esserlo altrettanto quando si tratta di far volare i passeggeri della loro compagnia aerea. Il tuo problema, pertanto, potrebbe andare dal “semplice” ritardo del volo alla sua cancellazione vera e propria. O forse la tua situazione è paradossale, in quanto potresti essere stato vittima di un overbooking, con conseguente negato imbarco.

E vogliamo considerare la possibilità del bagaglio smarrito? Si tratta probabilmente del disservizio più frustrante, in quanto ti arriva come una doccia fredda una volta giunto a destinazione, quando ormai ti eri illuso che fosse andato tutto bene. Qualunque sia il problema che ti è capitato con il volo di British Airways, abbiamo una buona notizia: noi di Vacanza Rovinata siamo qui apposta per spiegarti come risolverlo, offrendoti tutta la nostra assistenza!

E se pensi che ormai il danno sia stato fatto, accettando il voucher che la compagnia ti ha rifilato al posto del rimborso… no problem! Anche in questo caso, sappiamo esattamente come aiutarti a venirne fuori.

Contattaci per ottenere il rimborso o risarcimento tramite il form sottostante. Puoi ottenere fino a 600 euro di risarcimento da British Airways. Tra l’altro non dovrai pagarci alcuna parcella. Il nostro servizio legale è completamente gratuito. Cosa aspetti?

Contattaci.

British Airways: storia della compagnia aerea inglese

British Airways, icona dell’aviazione britannica, ha un passato affascinante e complesso. Pronti a scoprire le sue origini? Si parte! Tutto cominciò il 25 agosto 1919, quando AT&T (Air Transport and Travel Limited) iniziò con i suoi primi voli. Ma la BA come la conosciamo oggi nacque solo il 31 marzo 1974. Come? Con la fusione di BOAC (British Overseas Airways Corporation) e BEA (British European Airways), insieme a due compagnie più piccole: Cambrian Airways e Northeast Airlines.

Dopo anni di gestione statale, il governo decise di vendere parte della compagnia. Era il 1987, un’era di grandi cambiamenti. BA acquisì British Caledonian, ampliando la sua flotta e la sua portata. Poco dopo, nel 1992, inglobò Dan-Air, aumentando ancora di più la sua presenza a Gatwick. Questa era la British Airways, un gigante in crescita!

Passiamo agli anni ’90 e ‘2000. La compagnia decise di investire pesantemente in nuovi velivoli. Eh sì, nel 1998 arrivarono i primi Airbus, ben 59 della famiglia A320. Poi, nel 2007, firmarono un contratto per 12 Airbus A380-800 e 24 Boeing 787 Dreamliner. Ma attenzione: BA rimase fedele ai suoi amati Boeing 747-400, con 55 esemplari in servizio, diventando il maggiore operatore mondiale di questi giganti del cielo.

Nel 2009, BA fece un passo audace verso la Spagna, dimostrando interesse per una fusione con Iberia. La Commissione Europea diede il via libera nel 2010, e nel gennaio 2011 nacque l’International Airlines Group (IAG).

Chi non ricorda le Olimpiadi di Londra 2012? Ebbene, la British Airways fu la compagnia aerea ufficiale dei giochi olimpici. Trasportò la fiamma olimpica da Atene a Helston, con a bordo celebrità come Sebastian Coe, la principessa Anna, e il calciatore David Beckham. Un volo storico, davvero!

Oggi, British Airways vola in 206 destinazioni (nel 2024) con una flotta di 288 aeromobili. Ha accordi di codeshare con numerose compagnie, espandendo la sua rete globale. Ogni volo è un’esperienza di stile e comfort, sinonimo di eccellenza britannica.

Ma come altra compagnia aerea, anche British Airways può avere qualche problema: voli cancellati, ritardati, bagagli smarriti e altro. E in queste situazioni il passeggero alza la mano per richiedere giustamente un rimborso o risarcimento. Ma come si possono ottenere? Lo vedremo più avanti.

Quali sono i passaggi per richiedere il rimborso a British Airways?

richiesta rimborso British Airways

Ecco cosa devi fare per ottenere il tuo rimborso da British Airways. Procediamo!

Alternativa 1: modulo online

Il metodo più rapido per avviare una richiesta di rimborso è compilare il modulo online disponibile sul sito di British Airways. Clicca sul link precedente per accedere subito alla pagina. Semplice, no? Compili tutto, invii e aspetti una risposta. Ma presta attenzione: questa procedura esclude i voli operati da SUN-AIR.

Alternativa 2: scrivere a British Airways

Non ti piace l’idea di compilare moduli online? Beh, nessun problema. Puoi sempre optare per la vecchia e cara posta tradizionale.

Scrivi a:

British Airways Customer Relations
EU Compensation Claims
PO Box 1126
Uxbridge
UB8 9XS
Regno Unito

Occhio però! La risposta potrebbe richiedere un po’ più di tempo. Ma, ehi, la pazienza è una virtù, no?

Alternativa 3: contatta Vacanza Rovinata

Se non ottieni risposta da British Airways e vuoi velocizzare la richiesta di rimborso, contatta la nostra agenzia legale. Ci occuperemo di tutto e, grazie a noi, sarà più semplice per te ottenere il rimborso che ti spetta di diritto.

Rimborsi relativi al Wi-Fi e spese varie

Hai pagato per il Wi-Fi e non ha funzionato? Uffa, che noia! Puoi chiedere un rimborso per il servizio non usufruito. Visita il portale reclami di British Airways, compila il modulo e invia la tua richiesta.

Potresti anche avere diritto al rimborso delle spese sostenute a causa di un volo in ritardo o cancellato. Tra queste spese ci sono i costi per l’alloggio o per cibo e bevande che hai consumato durante l’attesa in aeroporto. In alcuni casi, potresti anche avere diritto a un risarcimento.

Come presentare la richiesta di rimborso per le spese sostenute?

Il metodo più rapido ed efficace è compilare il modulo online sul sito di British Airways. È facile e ti evita tante scartoffie.

Ecco cosa ti serve:

  • Nomi dei passeggeri coinvolti nella richiesta.
  • Dettagli dei voli in ritardo o cancellati.
  • Dettagli delle spese sostenute.
  • Ricevute e documenti giustificativi (puoi allegarli come scansioni o foto).
  • Dettagli del conto bancario per il pagamento.

L’intero procedimento richiede dai 10 ai 15 minuti. Una volta inviata la richiesta, il team delle Relazioni con i clienti la esaminerà il prima possibile.

Spese coperte e non coperte

Ora, attenzione! Non tutte le spese saranno rimborsate. British Airways copre solo quelle considerate ragionevoli. Vediamo i dettagli:

  1. Viaggi alternativi:
    • se scegli di viaggiare da o verso un punto diverso rispetto alla prenotazione originale, BA non coprirà le spese per il viaggio tra i due punti. Tra queste il noleggio auto e costi di parcheggio.
  2. Danni correlati:
    • non saranno rimborsati danni correlati come soggiorni in hotel o noleggi auto persi a causa della modifica dei piani di viaggio.
  3. Spese non ragionevoli:
    • British Airways non rimborserà spese considerate non ragionevoli. Quindi, se hai approfittato del ritardo per fare shopping sfrenato, scordati questo rimborso! Niente rimborsi per acquisti extra.

Come inviare le ricevute?

Oltre al modulo online, è cruciale fornire prove documentali delle spese sostenute. Queste possono essere:

  • Scansioni.
  • Fotografie.
  • Documenti cartacei (se scegli di inviare tutto per posta).

Assicurati che le ricevute siano leggibili e chiaramente collegate alle spese dichiarate. Questo accelera il processo di verifica. Non dimenticare di fornire i dettagli del tuo conto bancario. British Airways ha bisogno di queste informazioni per accreditare il rimborso. Senza questi dettagli, la tua richiesta non potrà essere completata.

Qual è la differenza tra rimborso e risarcimento?

Diversamente da quanto spesso si pensi, i termini “rimborso” e “risarcimento” non sono affatto sinonimi tra loro. Al contrario, fanno esplicitamente riferimento a situazioni molto diverse.

  • Il rimborso corrisponde alla restituzione dell’esatta somma spesa per l’acquisto del biglietto aereo. Si tratta pertanto di una cifra infinitamente variabile, di cui solo tu puoi conoscere l’esatto ammontare. Hai diritto al rimborso quando, a causa di un disservizio, scegli di rimanere definitivamente a terra, rinunciando  al viaggio che avevi in programma.
  • Il risarcimento è invece un indennizzo pecuniario che viene versato a titolo di compensazione per i disagi subiti a causa di un disservizio provocato dalla compagnia aerea. Esso viene calcolato sulla base della tratta percorsa e può variare da un minimo di 250 a un massimo di 600 euro. Per averne diritto, devi accettare d’imbarcarti sul volo sostituivo che la compagnia aerea è tenuta a offrirti in questi casi.

Come puoi vedere tu stesso, non si tratta di una differenza da poco e, per fartela comprendere meglio, andremo ad approfondirla caso per caso.

Come ti aiutiamo ad ottenere il rimborso o risarcimento da British Airways?

Ora che conosci la differenza tra rimborso e risarcimento, quantomeno a livello teorico, è tempo di vagliare i singoli casi e capire se e quando hai diritto all’uno e all’altro. Devi infatti sapere che la missione principale di Vacanza Rovinata consiste proprio nell’aiutarti a ottenere il denaro che ti spetta di diritto, a prescindere che si tratti di quello del rimborso, del risarcimento, o… di entrambi!

Rimborso in caso di volo cancellato

Per ottenere il rimborso in seguito a un volo cancellato, devi innanzitutto assicurarti che la cancellazione sia stata improvvisa e inaspettata. Se, infatti, la compagnia ti avesse avvertito con almeno 14 giorni di anticipo, offrendoti un volo sostitutivo con arrivo a destinazione in un orario simile a quello del volo prenotato, non avresti alcun diritto a essere rimborsato.

Nel caso in cui apprendessi della cancellazione in aeroporto, hai diritto a essere riprotetto su un nuovo volo, che puoi decidere di accettare o meno. Per ottenere il rimborso, devi rifiutarlo e scegliere di rimanere a terra; se decidi di accettarlo, hai invece diritto di essere risarcito sulla base della tratta percorsa. In questo modo:

  • tratte inferiori o pari a 1500 Km = 250 euro;
  • tratte comprese tra i 1500 e i 3500 Km = 400 euro;
  • tratte superiori ai 3500 Km = 600 euro.
Rimborso British Airways

Nel caso in cui l’imbarco sul volo sostitutivo prevedesse la sistemazione in una classe inferiore rispetto a quella che avevi originariamente prenotato, hai diritto anche a un parziale rimborso del biglietto, sempre calcolato secondo il medesimo schema:

  • tratte inferiori o pari ai 1500 Km = rimborso del 30%;
  • tratte comprese tra i 1500 e i 3500 Km = rimborso del 50%;
  • tratte superiori ai 3500 Km = rimborso del 75%.

Nell’attesa del volo sostitutivo, la compagnia aerea è inoltre tenuta a garantirti i seguenti servizi gratuiti:

  • pasti e bevande per l’intera durata dell’attesa;
  • un’adeguata sistemazione in hotel nel caso in cui il volo alternativo non sia disponibile quello stesso giorno;
  • trasferimento dall’aeroporto all’hotel e viceversa;
  • il diritto di effettuare due telefonate o inviare messaggi tramite fax, telex o mail.

Rimborso in caso di negato imbarco

Il negato imbarco è quella spiacevole situazione che si verifica nel momento in cui ti viene impedito di salire fisicamente sull’aereo. Ciò accade solitamente per un problema di overbooking, che avviene quando la compagnia vende un numero di biglietti superiore ai posti effettivamente disponibili, con la conseguenza di dover lasciare a terra qualche sfortunato passeggero.

Se tale sfortuna è capitata a te, le modalità di rimborso sono le stesse del volo cancellato: anche in questo caso, pertanto, puoi scegliere di proseguire il viaggio su un volo sostitutivo e ottenere il risarcimento pecuniario; o, in alternativa, rinunciare a viaggiare e farti rimborsare il biglietto.

Rimborso in caso di aereo in ritardo

Per avere diritto a essere rimborsato in caso di ritardo aereo, l’ammontare di tale ritardo dev’essere superiore alle 3 ore. Se così fosse, infatti, sei legittimato a chiedere il consueto risarcimento calcolato in base alla tratta percorsa. Se, tuttavia, il ritardo dovesse rivelarsi davvero massiccio, protraendosi oltre le 5 ore, sei libero di rinunciare del tutto a viaggiare, esigendo in cambio il rimborso del biglietto.

Rimborso in caso di bagaglio smarrito

Se la compagnia aerea ti dovesse smarrire il bagaglio, puoi arrivare a ottenere fino a circa 1200 euro di risarcimento.

Questo, naturalmente, a patto che tu ti muova nell’immediato, recandoti all’Ufficio Lost & Found dell’aeroporto per compilare il modulo PIR (Property Irregularity Report), nel quale ti verranno chiesti i tuoi dati e una descrizione della valigia persa, oltre che l’indirizzo al quale ti dovrà essere riconsegnata.

Per considerarsi smarrito, tuttavia, il bagaglio ti dovrà essere riconsegnato 21 giorni dopo la denuncia di scomparsa compilata in aeroporto; in caso contrario, infatti, si tratterebbe semplicemente di un bagaglio consegnato in ritardo e l’entità del risarcimento scenderebbe drasticamente.

Perché con Vacanza Rovinata la richiesta di rimborso non ti costerà nulla?

Se sei arrivato a leggere fino a qui, ti sarai senz’altro reso conto che le variabili che influenzano la richiesta di un rimborso o di un risarcimento sono davvero moltissime, forse anche troppe. Se a questo aggiungi il fatto che, spesso e volentieri, le compagnie aeree si appellano alle cosiddette “circostanze eccezionali” (maltempo, scioperi del personale, intemperanze politiche, ecc…) per essere sollevate dall’obbligo di risarcirti, affermando che il tuo disservizio non dipende da una loro colpa, capisci anche tu che ottenere ciò che ti spetta di diritto non è affatto facile!

Ed è qui che entriamo in gioco noi di Vacanza Rovinata o, per meglio dire, i nostri bravissimi legali. I professionisti di cui ci serviamo, infatti, non solo sono esperti in diritto dei trasporti, ma sanno perfettamente come trattare con le compagnie aeree, evitando di cadere nei loro tranelli. Rivolgendoti a loro, pertanto, potrai essere certo di ottenere il rimborso da British Airways in tempi molto più brevi rispetto a quelli che dovresti sopportare se agissi da solo ma, soprattutto, non rischierai di commettere errori dettati dall’inesperienza e dalla scarsa conoscenza del settore.

Temi che chiedere la nostra assistenza possa costarti un capitale? Nient’affatto! I legali di Vacanza Rovinata lavorano gratis per i clienti, chiedendo il pagamento della loro parcella direttamente alla compagnia aerea: la stessa che ti ha causato tutto questo disagio. Dunque che cosa aspetti a contattarci per richiedere maggiori informazioni? Farlo è semplicissimo, in quando dovrai solo compilare il modulo che trovi in fondo a questa pagina e attendere la risposta dei nostri esperti, che ti arriverà entro 24 ore. E, nel frattempo, potrai trovare la conferma della nostra professionalità nelle recensioni lasciateci dai nostri clienti soddisfatti,  sia su Facebook che su TrustPilot.

Articoli correlati

Cancellazione del Volo BA-569 British Airways dopo atterraggio d’emergenza a Milano Linate: ecco come muoverti per ottenere il rimborso

Cancellazione del Volo BA-569 British Airways dopo atterraggio d’emergenza a Milano Linate: ecco come muoverti per ottenere il rimborso

Il 4 aprile 2024 è stata una giornata tesa per i passeggeri e l’equipaggio del volo BA-568 della British Airways, partito da Londra Heathrow e ...
Continua a leggere
Check-in on line con British Airways

Check-in on line con British Airways

Per il check-in con British Airways puoi scegliere diverse opzioni, ma quella più comoda di tutte è sicuramente il check in online. Vediamo assieme ...
Continua a leggere
Correggere un biglietto British Airways sbagliato

Correggere un biglietto British Airways sbagliato

Per conoscere le politiche sulle prenotazioni ed eventuali correzioni, il sito di British Airways è molto chiaro e facile da usare.
Continua a leggere
Ti hanno rovinato il viaggio o la vacanza?