Volo in ritardo o cancellato? Ottieni gratis e subito il tuo rimborso

Contattaci

Rimborso Volotea: ecco come ottenerlo

Data di pubblicazione: 22 Ottobre 2020
Rimborso Volotea: ecco come ottenerlo

Se stai cercando di capire come ottenere un rimborso da Volotea, significa che la compagnia ha mandato a monte i tuoi programmi, procurandoti un notevole disagio.

Per quanto prendere l’aereo venga visto da molti come un’esperienza affascinante e suggestiva, in grado di farti letteralmente volare verso mete esotiche e sconosciute, non bisogna mai dimenticare che stiamo pur sempre parlando di un mezzo pubblico che, in quanto tale, è inevitabilmente soggetto a causare disagi ai propri passeggeri.

Tra i numerosi imprevisti che possono capitare figurano quelli del volo in ritardo o addirittura cancellato, nonché la grossa sfortuna di vedersi smarrire il bagaglio: uno degli inconvenienti più irritanti e fastidiosi che possano capitare. La diffusione del Coronavirus, con conseguente lockdown, ha peggiorato ulteriormente la situazione, mettendo compagnie aeree come Volotea in seria difficoltà.

Per tua sfortuna, questa è proprio la compagnia cui ti sei rivolto per prenotare il tuo viaggio, ritrovandoti ora con una bella gatta da pelare.

Ed è qui che entriamo in gioco noi di Vacanza Rovinata!

Il nostro obiettivo è infatti quello di aiutarti a ottenere il rimborso che ti spetta di diritto illustrandoti, attraverso una panoramica storica, l’attuale stato dei voli di Volotea.

Chi è Volotea

Volotea è una compagnia spagnola low cost con sede nella città di Barcellona

Attualmente vanta un totale di ben 293 collegamenti verso 78 differenti destinazioni, situate in 23 Paesi europei, che sono: la Spagna, la Francia, l’Italia, la Germania, la Grecia, la Croazia, la Repubblica Ceca, l’Albania, il Portogallo, l’Austria, l’Irlanda, il Lussemburgo e Malta.

In aggiunta, la compagnia dispone anche di 15 basi operative, situate nelle seguenti città: Venezia, Verona, Genova, Palermo, Nantes, Bordeaux, Strasburgo, Tolosa, Marsiglia, Asturie, Bilbao, Atene, Cagliari, Napoli e Lione.

Nonostante Volotea possa tranquillamente considerarsi una compagnia piuttosto recente, la sua ascesa si è rivelata incredibilmente rapida e veloce.

La storia di Volotea

L’origine di questa compagnia spagnola risale al 2011 ad opera degli imprenditori Carlos Muñoz e Lázaro Ros, vale a dire gli stessi che hanno fondato Vueling.

La presentazione ufficiale della neonata compagnia avviene il 23 febbraio 2012 all’Aeroporto di Venezia, che diviene anche la sua prima base. Due mesi dopo, precisamente il 5 aprile 2012, Volotea si lancia nel suo primo volo, utilizzando un Boeing 717.

Da quel giorno non sono trascorsi nemmeno dieci anni, ma la compagnia spagnola ha raggiunto un successo a dir poco straordinario, che l’ha portata a toccare il traguardo di 14 milioni di passeggeri trasportati, con un picco di oltre 4 milioni e mezzo solo nel 2017.

Sempre in quell’anno, Volotea si aggiudica altri due importanti primati: il primo, per il secondo anno di fila, è quello che la vede come una delle compagnie aeree low cost cresciute più velocemente all’interno dell’Unione Europea; il secondo, invece, è un autentico record mondiale, che la colloca tra le dieci compagnie che nel 2017 hanno lanciato il maggior numero di rotte.

rimborso Volotea

Niente male per una “baby – compagnia” che vola da neanche dieci anni, no?

Giunto a questo punto, potresti chiederti perché ti stiamo dando tutte queste informazioni storiche, anziché occuparci del tuo problema. Il fatto è che vogliamo essere certi che tu sia preparato ad affrontare la tua avversaria che, quando si tratta di elargire rimborsi, si comporta esattamente come tutte le altre compagnie aeree: si accerta cioè che tu ne abbia effettivamente diritto, appigliandosi a qualsiasi cavillo. Ciò vale soprattutto nel caso in cui tu non abbia subito alcun reale disagio, ma hai semplicemente cambiato idea in merito all’idea di partire.

Posso cancellare il mio volo e ottenere il rimborso?

Alle volte, la vita può rivelarsi paradossale.

Ci sono persone che sono costrette a rivedere bruscamente i propri programmi in seguito all’improvvisa cancellazione del  volo e poi ci sei tu che, al contrario, vorresti essere al loro posto, in quanto impossibilitato a salire sul volo che tu stesso hai prenotato.

Qualunque sia la ragione che ti costringa a rinunciare al tuo viaggio, dobbiamo darti una brutta notizia: se decidi autonomamente di cancellare il volo che avevi programmato, non hai diritto a richiedere alcun rimborso a Volotea.

Questo perché la compagnia è tenuta a rimborsarti solo in alcuni specifici casi, espressamente previsti dalla Carta dei Diritti del Passeggero . Il fatto che la tua fidanzata ti abbia lasciato due giorni prima di partire insieme, ovviamente, non rientra tra i suddetti casi.

Ad ogni modo, una possibilità per uscirne indenne esiste.

All’atto di prenotazione del volo, Volotea ti offre infatti la possibilità di sottoscrivere il cosiddetto piano “Flex”, che dà diritto al passeggero di effettuare modifiche, cambi e perfino di cancellare il volo.

Si tratta ovviamente di un’offerta soggetta a precise condizioni, che t’invitiamo a visionare nella pagina a essa dedicata. Se hai sottoscritto questo piano, pertanto, hai la possibilità di uscirne vittorioso. In caso tu non l’abbia fatto, invece, dovrai rassegnarti a perdere i soldi spesi per il biglietto.

Per tutti gli altri casi, invece, vale a dire quelli di cui è direttamente responsabile la compagnia, hai pienamente diritto a inoltrare la domanda di rimborso. Ma quali sono, esattamente, i casi in cui puoi farlo?

Rimborso in caso di cancellazione del volo

Nel caso in cui il tuo volo venga improvvisamente cancellato, Volotea è tenuta come prima cosa a proporti un volo sostitutivo a titolo gratuito.

Da parte tua, però, non sei obbligato ad accettarlo e puoi tranquillamente fartene prenotare un altro sempre senza pagare nulla. Se prendere un nuovo volo non ti sarebbe però di alcun aiuto, puoi anche rinunciare del tutto a imbarcarti: una scelta che ti dà automaticamente diritto a essere rimborsato.

Vale lo stesso anche nel caso in cui subissi un overbooking da Volotea, ossia quella situazione che vede la compagnia aerea vendere un numero di biglietti maggiore rispetto ai posti effettivamente disponibili, venendo quindi costretta a negarti l’imbarco al momento del check-in.

Anche in questo caso, infatti, sei libero di rinunciare del tutto al tuo viaggio, ottenendo in cambio il rimborso del biglietto.

rimborso Volotea

Nel caso in cui  decidessi invece di partire sul volo alternativo proposto da Volotea o prenotato dalla compagnia a nome tuo, hai diritto a ottenere un risarcimento per i disagi subiti, la cui entità può variare dai 250 ai 600 euro, a seconda della tratta percorsa.

Più nello specifico, hai diritto a:

  • 250 euro per tratte inferiori o pari a 1500 Km;
  • 400 euro per tratte comprese tra i 1500 e i 3500 Km;
  • 600 euro per tratte superiori ai 3500 Km.

In aggiunta a questo, hai anche diritto a ottenere un parziale rimborso del biglietto nel caso in cui la compagnia ti sistemasse in una classe inferiore rispetto a quella che avevi originariamente prenotato. Esattamente come nel caso del risarcimento, anche questo tipo di rimborso varia in base alla tratta che dovrai precorrere, in questo modo:

  • tratte inferiori o pari a 1500 Km = rimborso del 30%;
  • tratte comprese tra i 1500 e i 3500 Km = rimborso del 50%;
  • tratte superiori ai 3500 Km = rimborso del 75%.

Ci sono poi dei casi in cui non hai diritto a ricevere alcun indennizzo. Ciò avviene quando la compagnia ti avvisa della cancellazione del volo entro 14 giorni dalla partenza, proponendoti il volo alternativo con un anticipo di almeno 7 giorni. Vale lo stesso anche per i cosiddetti “casi eccezionali”, vale a dire tutte quelle situazioni delle quali la compagnia non è responsabile, come per esempio: scioperi del personale, condizioni meteo avverse, allarmi sanitari, ecc. In quest’ultimo caso, tuttavia, Volotea è comunque tenuta a offrirti gratuitamente un supporto mentre sei a terra, con l’eventuale pagamento di tutte le spese extra che sarai costretto a sostenere.

Rimborso in caso di volo in ritardo

Se il tuo volo dovesse maturare un ritardo di almeno 3 ore, hai diritto a ottenere lo stesso tipo di risarcimento del volo cancellato, calcolato con le medesime modalità. Parallelamente, la compagnia è tenuta ad assisterti gratuitamente per tutto il tempo dell’attesa: una condizione che vale anche nel caso in cui il ritardo dovesse essere di sole 2 ore (in questo caso, tuttavia, non hai diritto ad alcun indennizzo).

Questo perché mentre aspetti di partire potresti avvertire alcuni legittimi bisogni, che Volotea è doverosamente tenuta a soddisfare. Più nello specifico, la compagnia è obbligata a offrirti gratuitamente:

  • buoni pasto e bevande per tutto il tempo dell’attesa;
  • 2 chiamate telefoniche, messaggi via fax o tramite posta elettronica;
  • alloggio, vitto e trasferimento da/verso l’aeroporto nel caso in cui l’attesa del nuovo volo dovesse protrarsi per oltre un giorno (condizione che vale per i voli cancellati).

Se invece il tuo volo fosse “semplicemente” in ritardo, ma quest’ultimo dovesse rivelarsi davvero massiccio, protraendosi cioè oltre le 5 ore, sei libero di rinunciare del tutto a imbarcarti, procedendo direttamente con la richiesta di rimborso del biglietto.

Rimborso in caso di bagaglio smarrito

Nel caso in cui Volotea dovesse smarrire il tuo bagaglio o consegnartelo in ritardo, come prima cosa dovrai recarti presso l’ufficio “Lost & Found”, vale a dire l’ufficio oggetti smarriti, presente in ogni aeroporto. Gli addetti al recupero bagagli ti chiederanno di riempire il modulo PIR (Property Irregularity Report), nel quale dovrai descrivere la valigia persa, indicando anche l’indirizzo al quale dovranno consegnartela una volta che l’avranno recuperata.

Nell’attesa che Volotea ti ritrovi il bagaglio (posto che ci riesca) subirai degli inevitabili disagi, in quanto sarai costretto a fare di necessità virtù, provvedendo all’acquisto di nuovi beni in sostituzione di quelli persi. Ciò comporta un obbligo di risarcimento da parte della compagnia: l’indennizzo che ti spetta, in questo caso, può arrivare fino a 1400 euro, purché la richiesta venga inoltrata entro 21 giorni dallo smarrimento/perdita del bagaglio.

Come puoi capire, pertanto, il tempo gioca assolutamente a tuo sfavore e ciò vale anche per quanto riguarda la richiesta di rimborso per gli imprevisti che abbiamo precedentemente visionato. Nonostante in questi casi il tempo a tua disposizione sia maggiore (per la richiesta di rimborso hai infatti a disposizione due anni), non devi sottovalutare le infinite lungaggini della burocrazia, che potrebbero dilatare enormemente le tempistiche dell’operazione.

Se vuoi essere certo di non incappare in questi impedimenti e ottenere il rimborso da Volotea nel più breve tempo possibile, il consiglio che ti diamo è quello di non occuparti personalmente della pratica, ma affidarla ai legali di Vacanza Rovinata. I nostri esperti sono infatti specializzati nella risoluzione di problemi come il tuo e sanno perfettamente come risolverli entro tempi brevi, assicurandoti il rimborso. Ciò vale più che mai in un periodo d’incertezze come questo, dove la diffusione del Coronavirus ha complicato di molto l’inoltro di questo tipo di richieste.

Come cambia il rimborso con Volotea dopo il Coronavirus?

La diffusione del Coronavirus, con conseguente lockdown, ha messo in ginocchio molti settori economici, incluso quello delle compagnie aeree. La crisi ha ovviamente colpito anche Volotea ma, a suo merito, è giusto sottolineare che la compagnia si sta attualmente impegnando per offrire una copertura assicurativa ai suoi passeggeri, proteggendoli nel caso in cui risultino positivi al virus poco prima di partire.

Sottoscrivendo questa polizza, inclusa gratuitamente in tutte le prenotazioni effettuate dal 22 settembre al 15 dicembre 2020 per voli fino al 31 dicembre, potrai infatti ottenere il rimborso da Volotea, nel caso in cui tu o uno dei tuoi compagni risultaste positivi al Covid-19. Per maggiori informazioni, t’invitiamo a visionare la pagina dedicata.

Per quanto riguarda invece i rimborsi relativi ai voli cancellati durante il lockdown, la questione di fa decisamente più complessa, in quanto parliamo di una situazione tutt’ora dibattuta e che molte compagnie hanno cercato di “aggirare” proponendo dei voucher di pari valore del biglietto in sostituzione del classico rimborso in denaro. Proprio per la confusione generale che sta ancora regnando, la cosa migliore che puoi fare è quella di affidarti con serenità a noi di Vacanza Rovinata. I nostri legali conoscono molto bene le leggi che disciplinano i rapporti tra le compagnie aeree e i passeggeri, motivo per cui sanno come far valere i tuoi diritti.

Il loro aiuto, oltretutto, non ti costerà assolutamente nulla, in quanto sarà la compagnia stessa a retribuirli, mentre a te non verrà chiesto niente, nemmeno una piccola caparra. Per usufruire del nostro servizio devi semplicemente compilare il modulo che trovi in fondo a questa pagina: entro breve verrai contattato dagli  esperti di Vacanza Rovinata, che si faranno carico del tuo problema, facendo in modo di farti ottenere il rimborso da Volotea nel più breve tempo possibile. Quindi non aspettare oltre e rivolgiti con fiducia a noi di Vacanza Rovinata.

Contattaci

Compila il form qui sotto inserendo i dati richiesti così da essere contattato in tempi rapidi da un nostro assistente legale.
  • Formato data:GG trattino MM trattino AAAA
  • Le informazioni personali che vengono richieste sono necessarie per la gestione della richiesta. Tutti i dati personali vengono trattati con la massima riservatezza. Leggi la nostra Privacy policy.
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Articoli correlati

Come richiedere a Volotea la fattura del biglietto aereo

Come richiedere a Volotea la fattura del biglietto aereo

6 Aprile 2020

Utili informazioni su come richiedere a Volotea la fattura del biglietto aereo.
Continua
Rimborso biglietti volo Volotea per Coronavirus

Rimborso biglietti volo Volotea per Coronavirus

24 Marzo 2020

Consigli utili per ottenere da Volotea il rimborso biglietto volo per Coronavirus.
Continua
Contattaci