Volo cancellato, ritardo aereo o bagaglio smarrito?

Ottieni il rimborso

Se sei capitato su questa pagina sappiamo già cos’è successo: vuoi chiedere un risarcimento o un rimborso a Iberia per aver ritardato o cancellato all’improvviso un volo oppure per averti smarrito il bagaglio.

Questa eventualità non l’avevi mai nemmeno presa in considerazione, vero? Del resto, quando organizzi un viaggio sei già sufficientemente impegnato a programmarlo nei minimi dettagli. E poi ciascuno di noi, quando viaggia, spera che tutto vada per il meglio.

Invece, eccoti qui.

Fino a poco tempo fa il problema era la pandemia e ora che ci ha dato un po’ di tregua, speravi di poter volare tranquillamente verso le tue destinazioni preferite. Purtroppo però, anche complice la massiccia ripresa dei voli, ogni tanto qualcosa va storto.

Ma stai tranquillo, il disagio aereo che hai vissuto con la compagnia aerea è solamente momentaneo. Devi infatti sapere che puoi chiedere un rimborso a Iberia per il danno che hai subito.

Come ottenere il rimborso del biglietto aereo? Lo vediamo subito!

Come iniziare il processo di rimborso e risarcimento con Iberia

Ah, la burocrazia! Quante volte ci siamo imbattuti in un labirinto di procedure, moduli e termini complicati? Ma non temere, caro viaggiatore, poiché ti forniremo tutte le informazioni necessarie per navigare nel mare delle richieste di rimborso e risarcimento con Iberia.

Contattare il servizio clienti Iberia

Ebbene, il primo passo è mettersi in contatto con Iberia e il suo servizio clienti. Sembra banale, vero? Eppure, spesso questo è il passo più cruciale, poiché una comunicazione efficace è il pilastro su cui si basa la nostra richiesta di rimborso o risarcimento. Ricorda: “Chi non comunica, sbaglia!” Puoi contattare Iberia attraverso diversi canali: telefono, e-mail o i loro profili sui social media. Ogni strada ha le sue sfide e opportunità, quindi scegli quella che meglio si adatta alle tue esigenze.

Utilizzare il modulo online per i reclami

Sei una persona tecnologicamente abile e preferisci la comodità del tuo computer o smartphone? Bene! Iberia offre un modulo online dedicato ai reclami, che ti permette di inviare la tua richiesta direttamente dal sito web. Ma attenzione: il modulo è pieno di opzioni e caselle da compilare, e scegliere la combinazione giusta può essere un’impresa ardua.

Inviare una lettera di reclamo

Se invece sei un tradizionalista e apprezzi la magia della carta e della penna, puoi optare per l’invio di una lettera di reclamo. Ricorda, però, che in questo caso è fondamentale rispettare alcune regole d’oro: essere precisi nella descrizione del problema, fornire tutte le informazioni necessarie e, soprattutto, avere pazienza. Sì, perché purtroppo la corrispondenza cartacea può richiedere tempi più lunghi. Ma, come si suol dire: “Chi va piano, va sano e va lontano!”

Contattare un’agenzia esperta in disagi aerei

Hai bisogno di aiuto per affrontare le complessità del processo di rimborso e risarcimento con Iberia? “Vacanza Rovinata” è qui per te. Offriamo assistenza legale ai viaggiatori che hanno subito disagi con le compagnie aeree, tra cui Iberia, fornendo consulenza e supporto durante l’intero iter.

Offriamo una vasta gamma di servizi per aiutarti a far valere i tuoi diritti come passeggero.

Tra questi, troverai:

  • Consulenza legale specializzata nel settore del trasporto aereo.
  • Supporto nella compilazione e presentazione di reclami e richieste di rimborso.
  • Rappresentanza legale in caso di controversie con Iberia.
  • Assistenza nella raccolta e presentazione di documentazione e prove a sostegno della tua richiesta.

Le leggi e i regolamenti applicabili al rimborso e risarcimento da Iberia

Regolamento CE 261/2004

Il Regolamento CE 261/2004 è un insieme di norme europee che stabilisce le regole comuni in materia di compensazione e assistenza ai passeggeri in caso di negato imbarco, cancellazione del volo o ritardo prolungato. Questo regolamento si applica a tutti i voli in partenza da aeroporti situati all’interno dell’Unione Europea (UE) e ai voli in arrivo nell’UE effettuati da compagnie aeree di paesi membri dell’UE, come Iberia.

In caso di negato imbarco, cancellazione del volo o ritardo superiore a tre ore, i passeggeri hanno diritto a una compensazione economica, il cui importo varia a seconda della distanza del volo e della durata del ritardo. Oltre alla compensazione, il regolamento prevede anche l’assistenza da parte della compagnia aerea, che può includere pasti, bevande, alloggio e trasporto.

Convenzione di Montreal

La Convenzione di Montreal è un trattato internazionale che stabilisce le norme per la responsabilità delle compagnie aeree nei confronti dei passeggeri e del loro bagaglio. La Convenzione si applica ai voli internazionali tra gli Stati firmatari e ai voli domestici in quegli Stati che hanno adottato la Convenzione a livello nazionale.

La Convenzione di Montreal stabilisce che le compagnie aeree, come Iberia, sono responsabili in caso di morte o lesioni subite dai passeggeri a bordo dell’aereo o durante le operazioni di imbarco o sbarco. Inoltre, prevede la responsabilità delle compagnie aeree in caso di smarrimento, ritardo o danneggiamento del bagaglio.

Leggi nazionali sul trasporto aereo

Oltre al Regolamento CE 261/2004 e alla Convenzione di Montreal, Iberia è soggetta alle leggi e ai regolamenti nazionali sul trasporto aereo nei vari paesi in cui opera. Queste leggi possono variare da paese a paese e riguardano aspetti come la sicurezza del volo, l’ambiente, i diritti dei consumatori e il risarcimento in caso di incidenti aerei.

In Italia, ad esempio, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC) è l’autorità responsabile per la regolamentazione del settore del trasporto aereo. L’ENAC ha il compito di garantire la sicurezza dei voli, la protezione dei passeggeri e il rispetto delle normative internazionali, come il Regolamento CE 261/2004 e la Convenzione di Montreal.

Iberia ha cancellato il mio volo: quali sono le opzioni?

Se la compagnia aerea ha cancellato il tuo volo, a prescindere dalle ragioni, come prima cosa sarà tenuta a offrirti un volo sostitutivo a titolo gratuito. 

Tu puoi decidere di accettarlo e partire con quello o, se la soluzione trovata non dovesse soddisfarti, hai diritto a chiedere a Iberia un nuovo volo alle tue condizioni, che la compagnia ti prenoterà sempre a titolo gratuito.

Parliamo di opzioni espressamente previste dalla Carta dei Diritti del Passeggero, contenente una serie di regole che tutelano i passeggeri dalle violazioni commesse dalle compagnie aeree.

Tra le varie possibilità che hai a disposizione, esiste naturalmente anche quella che comporta la totale rinuncia all’imbarco. In altre parole, se il volo cancellato rappresentava per te l’unica possibilità di partire, puoi tranquillamente decidere di rinunciare del tutto al viaggio, procedendo direttamente con la richiesta di rimborso per volo cancellato. Una soluzione, questa, che puoi adottare anche nel caso di ritardi davvero massicci, vale a dire dalle 5 ore in su.

Se la cancellazione non è avvenuta per circostanze eccezionali che sollevano da responsabilità la compagnia e se non è stata comunicata con il dovuto anticipo ai passeggeri (preavviso di almeno 14 giorni), questi ultimi che abbiano un posto confermato hanno inoltre diritto a un risarcimento che va da 250 a 600 euro in base alla lunghezza della tratta.

In tutti i casi, già dopo 2 ore di attesa in aeroporto hai diritto all’assistenza da parte della compagnia aerea. I passeggeri devono ricevere gratuitamente bevande e cibo, accesso alle comunicazioni, alloggio e trasporto ove necessario.

Il volo di Iberia è in ritardo, ho diritto a un rimborso?

La risposta è . Hai diritto a chiedere il rimborso per volo cancellato, ma dipende dall’ammontare di ore del ritardo. Se il vettore ha accumulato dalle 3 alle 4 ore di ritardo hai diritto al risarcimento, quindi a un indennizzo pecuniario, in base alla lunghezza della tratta percorsa (o che avresti dovuto percorrere). Hai diritto a:

  • 250 euro per tutte le tratte inferiori o pari a 1.500 km;
  • 400 euro per le tratte comprese tra i 1.500 e i 3.500 km;
  • 600 euro per le tratte superiori ai 3.500 km.

Ma non è finita qui, perché per i ritardi superiori alle 5 ore puoi chiedere il rimborso a Iberia della tratta o delle tratte non utilizzate oppure della tratta o delle tratte percorse se il viaggio non ha più ragione di essere continuato. Oltre a questo, hai diritto anche a un volo per rientrare all’aeroporto di partenza.

C’è stato un overbooking con Iberia, ho diritto al rimborso?

rimborso Iberia

Anche in questo caso la risposta è . Se la compagnia aerea ti ha negato l’imbarco per overbooking hai diritto a scegliere tra un trasporto alternativo verso la destinazione finale oppure il rimborso delle tratte non utilizzate o di quelle utilizzate ove decidessi di non continuare il viaggio.

Fai inoltre attenzione perché in aggiunta all’indennizzo sulla tratta, hai diritto a un ulteriore rimborso nel caso in cui Iberia riesca a procurarti un volo sostitutivo facendoti però viaggiare in una classe inferiore rispetto a quella che avevi originariamente prenotato. Se questa evenienza dovesse effettivamente verificarsi, ti spetta dunque un parziale rimborso sul prezzo del biglietto, sempre calcolato sulla base della tratta che dovrai percorrere.

  • Tratte inferiori o pari ai 1.500 km = rimborso del 30%;
  • tratte comprese tra i 1.500 e i 3.500 km = rimborso del 50%;
  • tratte superiori ai 3.500 km = rimborso del 75%

Questo vale sia per il caso di negato imbarco che per il caso di ritardo o cancellazione del volo.

E se Iberia perde il bagaglio?

Lo smarrimento del bagaglio è una delle peggiori scocciature che possa capitare al viaggiatore. Ma se Iberia perde il tuo bagaglio, tu non devi perderti d’animo.

Appena ti accorgi dello smarrimento o di un eventuale danneggiamento, recati subito all’ufficio apposito dell’aeroporto di destinazione per compilare il modulo. In particolare, devi cercare l’ufficio oggetti smarrito Lost & Found, dove ti faranno compilare il modulo PIR (Property Irregularity Report) in cui dovrai specificare gli estremi del viaggio, nonché dare una descrizione del bagaglio e del suo contenuto. Inoltre, dovrai fornire un indirizzo dove la compagnia potrà spedirti la valigia nel caso in cui dovesse ritrovarla.

Per trovarla ha tempo fino a 21 giorni, scaduto questo termine il bagaglio viene considerato definitivamente smarrito. Lo smarrimento del bagaglio ti dà diritto ad un rimborso di massimo 1.400 euro in base alla Convenzione di Montreal. Questi soldi vanno a coprire le spese da te sostenute per ricomprarti vestiti ed effetti personali, essendoti trovato in una città che non è la tua senza bagaglio a seguito, e il disagio vissuto.

Dopo quanto ottieni il rimborso da Iberia

Se decidi di contattare direttamente la compagnia aerea potresti aspettare addirittura diverse settimane per ottenere una risposta e potresti dover aspettare molti mesi prima di ottenere il risarcimento. Le compagnie aeree non amano gestire queste pratiche, questo è anche il motivo per cui hanno inventato i voucher.

Ma è tuo diritto ottenere il rimborso da Iberia o il risarcimento per il disservizio che hai vissuto e l’enorme disagio che ti ha arrecato.

Noi di Vacanza Rovinata vogliamo fare in modo che viaggiare torni a essere un piacere. Per questo motivo ci impegniamo per farti ottenere il risarcimento il prima possibile. Le tempistiche dipendono molto da quanto la compagnia aerea sia collaborativa. Ma noi ormai sappiamo come relazionarci con queste realtà per far valere i tuoi diritti e farti ottenere il pagamento in tempi celeri.

Quando non ti spetta il rimborso da Iberia

rimborso Iberia

I rimborsi e i risarcimenti sono stabiliti dal Regolamento CE n. 261/2004. Tale regolamento esclude però la responsabilità delle compagnie aeree, le solleva quindi dal pagamento, nel momento in cui non siano state responsabili del disservizio.

Questo è esattamente ciò che avviene durante le circostanze eccezionali. Può trattarsi di maltempo, di uno sciopero del personale, può trattarsi addirittura di un possibile attacco terroristico. Insomma, in tutte queste situazioni i vettori non possono fare altro che rimanere a terra, altrimenti metterebbero a repentaglio la vita dei propri passeggeri.

In tutti questi casi la compagnia non è quindi tenuta al rimborso o al risarcimento, perché non avrebbe potuto fare diversamente pur avendo preso tutte le misure utili del caso.

Come ti aiutiamo a convertire il voucher Iberia in rimborso monetario

Se durante il periodo Covid-19 ti è stato cancellato un volo e sei attualmente in possesso di un voucher ancora inutilizzato e vorresti riconvertirlo in denaro, sappi che hai tutti i diritti di farlo!

La legge prevede infatti la possibilità di riconvertire tale buono nel più classico rimborso in denaro, a patto che siano trascorsi almeno 12 mesi dalla sua emissione.

Il problema è che la riconversione del voucher funziona esattamente come una qualsiasi richiesta di rimborso, comprensiva di tutte le difficoltà che ti abbiamo sin qui illustrato.

Noi di Vacanza Rovinata sappiamo però come farci ascoltare dagli operatori di Iberia e possiamo garantirti che, se deciderai di affidare a noi la tua pratica, c’impegneremo per farti ottenere il tuo legittimo rimborso monetario gratuitamente e nel più breve tempo possibile.

Perché scegliere Vacanza Rovinata per ottenere il rimborso o risarcimento da Iberia?

Noi di Vacanza Rovinata siamo un’agenzia legale specializzata nell’assistere i clienti che hanno avuto problemi con le proprie vacanze, tra cui difficoltà con le compagnie aeree come Iberia. Scegliere il nostro supporto per ottenere il rimborso o risarcimento da Iberia offre numerosi vantaggi:

  1. Conoscenza approfondita del settore: possediamo una conoscenza approfondita delle leggi e delle normative relative ai diritti dei passeggeri. Questo garantisce che le vostre richieste di rimborso o risarcimento siano basate su un solido fondamento legale, aumentando le probabilità di successo.
  2. Esperienza nel settore: abbiamo una vasta esperienza nel gestire reclami relativi a compagnie aeree come Iberia. Sappiamo esattamente quali passaggi seguire e come presentare le richieste in modo efficace.
  3. Risparmio di tempo e fatica: gestire un reclamo in autonomia può richiedere molto tempo ed energie. Affidandovi a noi, vi libererete di queste preoccupazioni e potrete concentrarvi su altri aspetti della vostra vita.
  4. Supporto personalizzato: ogni caso è diverso e richiede un approccio specifico. Noi di Vacanza Rovinata offriamo un servizio personalizzato, valutando attentamente ogni situazione per fornire la strategia più adatta alle vostre esigenze.
  5. Tassi di successo elevati: grazie alla nostra competenza e alla nostra esperienza, abbiamo un’elevata percentuale di successo nel conseguire rimborsi e risarcimenti per i nostri clienti. Scegliere il nostro supporto aumenta le probabilità di ottenere il rimborso o risarcimento desiderato.

Facciamo chiarezza su rimborso e risarcimento

rimborso Iberia

Prima di spiegarti cosa devi fare per ottenere il rimborso da Iberia, chiariamo l’esatto significato di questa parola. Una parola che molto spesso viene erroneamente usata come sinonimo di “risarcimento”. 

La verità è che si tratta di due termini dal significato completamente differente. E per destreggiarti nel mondo complicato delle compagnie aeree, devi conoscerli.

  • Il rimborso è la quantità di soldi che la compagnia è tenuta a versarti nel momento in cui ti impedisce di salire fisicamente sull’aereo senza proporti un volo alternativo. Le cause di questo imprevisto sono da attribuire all’improvvisa cancellazione del volo o a un problema di overbooking, che si verifica quando viene venduto un numero di biglietti superiore rispetto ai posti effettivamente disponibili. In tutti questi casi, pertanto, hai diritto a essere rimborsato, anche per quanto riguarda le spese extra che dovrai sostenere per colpa di quanto accaduto (es. pasti, pernottamento in hotel, ecc…). Il rimborso ti spetta anche in tutti i casi considerati “eccezionali”, che non dipendono dalla compagnia aerea, come per esempio: allarmi sanitari, scioperi del personale e condizioni meteo avverse.
  • Il risarcimento è invece un vero e proprio indennizzo che la compagnia aerea è obbligata a versarti per rimediare ai disagi che ti ha costretto a subire in seguito alla cancellazione del tuo volo, a un suo massiccio ritardo (dalle 3 ore in su) e a tutte le situazioni di overbooking. In questi casi, l’entità della cifra viene calcolata sulla base dei chilometri della tratta e può variare da un minimo di 250 a un massimo di 600 euro. Se, tuttavia, sei stato avvisato della cancellazione del volo con almeno 14 giorni di anticipo, la compagnia viene automaticamente sollevata dall’obbligo di risarcirti e lo stesso vale nel caso delle già citate circostanze eccezionali che, come abbiamo detto, non dipendono dalla compagnia aerea.

Come vedi, si tratta di due parole che fanno riferimento a situazioni differenti ed è tuo dovere saper distinguere con precisione tra l’una e l’altra. 

Approfondimenti su Iberia

Se vuoi chiedere il rimborso a Iberia devi avere a disposizione quante più informazioni possibili sulla compagnia aerea. Cerchiamo quindi di scavare più a fondo.

Chi è Iberia?

Iberia Líneas Aéreas de España, S.A. Operadora, Sociedad Unipersonal, semplicemente nota come “Iberia”, è la compagnia di bandiera della Spagna: uno status che le dà diritto di godere di speciali privilegi concessi dal governo spagnolo. La sua sede principale si trova a Madrid, precisamente presso l’Aeroporto di Madrid – Barajas. Insieme alle compagnie Iberia Regional – Air Nostrum e Iberia Express, fa parte dell’Iberia Group: una grande società aerea che, oltre al trasporto dei passeggeri e delle merci, gestisce anche una serie di attività collaterali, che spaziano dalla gestione dei servizi di terra per gli aerei, ai sistemi di prenotazioni online, passando per i servizi di catering. L’espansione di Iberia raggiunge il culmine nel 2010, quando la compagnia si unisce ufficialmente alla collega britannica British Airways: le due società sanciscono la propria alleanza con la creazione, nel 2011, dell’International Airlines Group, nonostante continuino a operare mantenendo ciascuna l’identità del proprio brand. L’anno successivo, tuttavia, avviene una svolta inaspettata: Luis Gallego, amministratore delegato di Iberia, rende nota la decisione della compagnia di licenziare 4500 dipendenti e tagliare 25 aerei dalla propria flotta. 
Un’operazione che lui stesso definisce “un volo per la sopravvivenza”. Attualmente, pertanto, stando ai dati di giugno 2020, la compagnia conta un totale di 71 velivoli, tutti appartenenti alla categoria Airbus. 

Come contattare Iberia?

Nella pagina dedicata all’Assistenza Clienti trovi tutti i riferimenti per poter contattare la compagnia aerea in base a quello che ti è successo. Puoi scrivere a Iberia attraverso l’apposito modulo per sporgere un reclamo oppure puoi entrare nell’area riservata alla gestione della prenotazione per chiedere un buono dell’importo del tuo biglietto o per modificare la data di un volo. Puoi addirittura contattare l’assistente virtuale di Iberia su WhatsApp oppure attraverso le chiamate tradizionali contattando i diversi uffici negli orari di apertura.

Come cancellare una prenotazione Iberia?

Come si legge sul sito di Iberia, se hai prenotato tramite l’opzione Volo sicuro e flessibile puoi effettuare modifiche e cancellazioni in modo flessibile, soprattutto in caso di imprevisti dovuti al Covid-19. Infatti, la possibilità di cancellare la propria prenotazione e di chiedere il rimborso dipende molto dalla tariffa che hai scelto e dall’opzione “biglietto flessibile”. Non è ammesso un cambio, un reso o un rimborso nel caso di tariffe con restrizioni. In tutti i casi, nella sezione Gestisci la tua prenotazione, puoi verificare le condizioni che ti danno diritto al rimborso o meno. Puoi chiedere una eventuale modifica o cancellazione chiamando direttamente l’ufficio prenotazioni.

Quali documenti sono necessari per presentare un reclamo a Iberia?

Per presentare un reclamo a Iberia, è importante conservare e fornire tutta la documentazione relativa al viaggio, come biglietti aerei, conferme di prenotazione, ricevute di spese sostenute a causa del problema riscontrato e qualsiasi altra prova utile. Inoltre, è importante fornire i propri dati personali e le informazioni di contatto per facilitare la comunicazione con la compagnia aerea.

Posso chiedere un rimborso parziale se ho usufruito di una parte del mio biglietto aereo con Iberia?

Sì, è possibile richiedere un rimborso parziale se si è usufruito solo di una parte del biglietto aereo. Iberia calcolerà l’importo del rimborso in base alla tratta non utilizzata e alle condizioni del biglietto acquistato. Tuttavia, le condizioni per ottenere il rimborso possono variare a seconda del tipo di tariffa e delle circostanze specifiche.

Data di pubblicazione: 17 Aprile 2023

Contattaci

Compila il form qui sotto inserendo i dati richiesti così da essere contattato in tempi rapidi da un nostro assistente legale.
  • GG trattino MM trattino AAAA
  • Le informazioni personali che vengono richieste sono necessarie per la gestione della richiesta. Tutti i dati personali vengono trattati con la massima riservatezza. Leggi la nostra Privacy policy.
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Articoli correlati

Cosa fare quando Iberia cancella un volo per sciopero

Cosa fare quando Iberia cancella un volo per sciopero

Proseguono a singhiozzo dal mese di dicembre gli scioperi del personale della Iberia in protesta contro il lancio della nuova compagnia aerea low cost...
Continua a leggere
Check-in on line con Iberia

Check-in on line con Iberia

Per fare il check-in con Iberia puoi scegliere diverse opzioni, ma quella più comoda di tutte è sicuramente il check in online. Vediamo assieme come...
Continua a leggere
Correggere un biglietto Iberia sbagliato

Correggere un biglietto Iberia sbagliato

Come correggere un biglietto aereo Iberia in caso di errore su nome, cognome, date di partenza e di rientro nonché gli aeroporti di arrivo e destinaz...
Continua a leggere
Ti hanno rovinato il viaggio o la vacanza?