Volo cancellato, ritardo aereo o bagaglio smarrito?

Ottieni il rimborso

Ci siamo. 

Finalmente, dopo un anno di duro lavoro, sei pronto a partire per la tua agognata vacanza, quella che senti di esserti meritato e di cui hai assolutamente bisogno. 

Tutto è pronto. Hai fatto i bagagli, recuperato il tuo biglietto aereo Ryanair e ora ti trovi in aeroporto: fremente in sala d’attesa, mentre con la mente sei già sulle spiagge assolate che, ne sei certo, ti potrai godere di lì a poche ore.

Poi, all’improvviso, una voce fredda e metallica ti riporta bruscamente alla realtà, annunciando con nonchalance che il tuo volo Ryanair è in forte ritardo. O addirittura cancellato.

E adesso? In questi casi infuriarsi e sbraitare serve a poco, nonostante sia una reazione perfettamente comprensibile.

Soltanto nel 2021, a causa della pandemia, Ryanair ha cancellato centinaia e centinaia di voli. Questo si traduce in migliaia di passeggeri che si sono trovati costretti a rinunciare a un viaggio di piacere o, peggio ancora, di lavoro.

Ma c’è una buona notizia!

Ti sembrerà strano ma non è tutto perduto, perché se hai subito un disservizio aereo puoi ottenere un rimborso da Ryanair o un risarcimento fino a 600 euro.  

Noi di Vacanza Rovinata siamo specializzati nella tutela dei viaggiatori che hanno vissuto dei disagi con le compagnie aeree. Qui ti invitiamo a scoprire cosa devi fare per ottenere il tuo rimborso Ryanair e recuperare così quanto ti spetta di diritto.

Come ottenere il rimborso da Ryanair

Puoi ottenere un rimborso da Ryanair se sei stato vittima di un disservizio aereo. Ciò significa che devi esserti presentato in aeroporto in tempo, aver fatto il check-in, aver eventualmente stivato il bagaglio e poi aver aspettato la partenza del tuo volo.

Partenza che non ha avuto luogo, o che si è verificata con un fortissimo ritardo.

Se ti sei trovato in una situazione simile, è molto probabile che tu abbia diritto al rimborso o al risarcimento. Per ottenerlo, però, hai bisogno di prove:

  • Biglietto o conferma della prenotazione del volo;
  • Carta d’imbarco;
  • Talloncino identificativo del bagaglio stivato;
  • Ricevute e scontrini di spese extra di primaria necessità che hai dovuto effettuare durante l’attesa;
  • Eventuali fotografie del tabellone per documentare un forte ritardo o la cancellazione del volo.

Con tutta questa documentazione alla mano, puoi poi rivolgerti alla compagnia aerea oppure a un team di legali specializzati nella tutela dei viaggiatori come quello di Vacanza Rovinata.

Non confondere il rimborso con il risarcimento

rimborso Ryanair

Uno degli errori più comuni che ti può capire di commettere quando ti appresti ad avviare le pratiche necessarie per richiedere il tuo rimborso Ryanair è quello di confondere il significato di questo termine con quello di “risarcimento”. Queste due parole, infatti, vengono spesso usate impropriamente come sinonimi, quando in realtà hanno dei significati del tutto differenti.

Noi di Vacanza Rovinata vogliamo evitarti di commettere errori grossolani di questo tipo ma, più di ogni altra cosa, vogliamo che tu sappia con esattezza cosa ti spetta, così che giustizia venga fatta in maniera completa e inoppugnabile. Ecco perché non devi avere alcun dubbio sulla differenza tra rimborso e risarcimento:

  • Rimborso: puoi ottenere il rimborso per volo cancellato nel caso in cui la compagnia non abbia voli alternativi da proporti. Quindi ti spetta quando non sali fisicamente sull’aereo, sia nel caso dell’appena citata cancellazione, sia a seguito di un eventuale caso di overbooking. Di conseguenza ti spetterà un rimborso anche per le spese extra che avrai necessariamente sostenuto per colpa del disguido: ci riferiamo ai pasti consumati e all’eventuale sistemazione in hotel. Hai diritto al rimborso, infine, nel caso in cui si verifichino condizioni eccezionali come sciopero del personale, allarmi sanitari e condizioni climatiche che impediscano all’aereo di decollare.
  • Risarcimento: è chiamato anche indennizzo ed è una somma di denaro aggiuntiva che va a compensare i disagi patiti in caso di cancellazione del tuo volo Ryanair, del suo ritardo o di overbooking. Si tratta pertanto di una compensazione economica a cui hai diritto in tutti quei frangenti nei quali sei vittima dell’inefficienza della compagnia aerea, come stabilito dalla Convenzione di Montreal del 2001. Va da sé, naturalmente, che se vieni avvisato dei suddetti disagi con almeno 14 giorni d’anticipo non hai diritto ad alcun tipo di risarcimento e lo stesso vale per i cosiddetti “casi eccezionali”.

Come puoi vedere tu stesso, la differenza tra rimborso e risarcimento è evidente, motivo per cui è importantissimo che tu abbia ben presente il significato di entrambe le parole. Ma, cosa più importante di tutte, noi di Vacanza Rovinata ti sapremo spiegare con chiarezza se hai diritto al solo rimborso o anche al risarcimento, assicurandoti così di ricevere tutto ciò che ti spetta per legge.

Quando hai diritto a un rimborso Ryanair

Il tuo volo Ryanair è in ritardo di oltre 3 ore, lo hanno cancellato all’ultimo minuto, sei stato vittima di overbooking o ti hanno “semplicemente” smarrito il bagaglio. Gli inconvenienti che possono capitare in aeroporto sono davvero numerosi e tutti uno più sgradevole dell’altro.

Hai diritto a un rimborso del biglietto aereo nei casi più gravi, ossia:

  • Quando il tuo volo è stato cancellato e non hai più interesse a continuare il viaggio;
  • Il tuo volo ha accumulato un ritardo di oltre 5 ore;
  • Ti è stato negato l’imbarco per overbooking e proseguire il viaggio ti è diventato inutile.

In tutti questi casi hai anche diritto al rimborso delle spese extra che siano giustificate e documentate con scontrini e ricevute.

Ci sono poi tutta una serie di casi in cui ti spetta il risarcimento:

  • Se il tuo volo è stato cancellato e ti è stato offerto un volo alternativo per raggiungere la destinazione;
  • Quando il tuo volo ha accumulato dalle 3 alle 4 ore di ritardo;
  • Se ti è stato negato l’imbarco per overbooking ma ti è stato offerto un mezzo alternativo per arrivare a destinazione.

Inoltre, hai diritto a una compensazione pecuniaria anche per danneggiamento o smarrimento del bagaglio. Scopriamo subito quanto ti spetta in ciascuna di queste situazioni.

Quanto ti spetta di compensazione pecuniaria da Ryanair

La fascia di risarcimento, come stabilito dal Regolamento CE n, 261/2004 è sempre la medesima in tutti i casi sopra citati: da 250 a 600 euro.

Salta all’occhio il fatto che tra i due valori limite è presente una bella differenza. Per capire qual è l’entità esatta del tuo risarcimento, devi solo valutare la tratta percorsa (o che avresti dovuto percorrere). Più nello specifico, per le tratte:

  1. Inferiori o pari a 15.00 km = 250 euro di risarcimento;
  2. Comprese tra 1.500 e 3.500 km = 400 euro di risarcimento;
  3. Superiori ai 3.500 km = 600 euro di risarcimento.

Per quanto riguarda invece i possibili disguidi relativi ai bagagli, questo è quanto devi sapere:

  1. In caso di bagaglio danneggiato, hai diritto a un risarcimento massimo di 1.100 euro;
  2. Nel caso in cui il problema sia invece un ritardo nella consegna del bagaglio, la cifra cui hai diritto ammonta a un massimo di 1.167 euro;
  3. Se il problema che si verifica è invece quello peggiore in assoluto, ossia lo smarrimento del bagaglio, hai diritto a essere risarcito per il valore totale del bagaglio e dei beni in esso contenuti, fino a un massimo di circa 1.150 euro.

Dopo quanto arriva il rimborso da Ryanair

rimborso Ryanair

Questo è il tasto dolente. All’inizio abbiamo detto che puoi ottenere il rimborso da Ryanair sia contattando in prima persona la compagnia aerea sia rivolgendoti a un team di legali esterno che gestisca la pratica al posto tuo.

Se decidi di rivolgerti a Ryanair devi armarti di estrema pazienza perché le compagnie aeree sono sempre restie a restituire i soldi ai passeggeri, tanto che nel periodo pandemico hanno “rimborsato” moltissimi viaggiatori offrendo un semplice voucher. Ciò significa che potrebbero volerci settimane anche solo per ottenere una risposta alla tua e-mail.

Ma viaggiare è una delle esperienze più belle che si possano fare nella vita e vogliamo che per te continui a essere un estremo piacere. Ecco perché, se deciderai di rivolgerti al nostro team di legali, potrai ottenere il rimborso o il risarcimento che ti spetta nel minor tempo possibile. Ovviamente le tempistiche dipendono molto da quanto la compagnia aerea è collaborativa, ma negli anni abbiamo accumulato un’esperienza tale da riuscire a ottenere risultati positivi in tempi celeri.

Quando non hai diritto al rimborso da Ryanair

A volte potresti rimanere bloccato a terra non per una decisione arbitraria della compagnia aerea, ma perché il vettore è materialmente impossibilitato a partire. Quando si verificano queste situazioni parliamo di circostanze straordinarie o eccezionali.

Si tratta di eventi che non permettono al vettore di decollare garantendo la sicurezza dei suoi passeggeri. Può succedere perché ci sono delle condizioni metereologiche particolarmente avverse, perché nonostante la manutenzione il velivolo ha avuto un guasto improvviso, perché c’è un allarme terroristico, perché c’è stato uno sciopero del personale di volo e così via. A proposito, per tutti gli approfondimenti necessari a conoscere possibilità di rimborso o risarcimento in caso di volo cancellato per sciopero Ryanair ti invitiamo a leggere il nostro articolo dedicato all’argomento cliccando sul link della frase in questione.

Nel caso in cui la compagnia riesca a dimostrare che la cancellazione non è avvenuta per sua colpa, non è tenuta a liquidare la compensazione pecuniaria. Invece, è tenuta a risarcirti nel caso in cui la situazione sia stata causata da sua imperizia oppure nel caso in cui la circostanza sia stata utilizzata come scusa per non volare (anche durante orari in cui l’emergenza era terminata).

In ogni caso, ha sempre il dovere di darti assistenza mentre ti trovi in aeroporto con bevande, pasti, accesso alle comunicazioni, trasporti ed eventuale alloggio. Se dovesse venire meno a questo obbligo, dovrebbe rimborsare le spese extra che sei stato costretto a effettuare.

Cosa fare per avere un rimborso Ryanair per negato imbarco

Il negato imbarco su un volo Ryanair può essere dovuto ad overbooking o a perdita di coincidenza tra voli Ryanair.

Per overbooking si intende che Ryanair durante la prenotazione, ha venduto più biglietti rispetto ai posti disponibili sull’aereo per cui un passeggero durante il check-in gli potrebbe essere negata la possibilità di salire a bordo.

Perdere una coincidenza potrebbe essere determinata dal fatto che Ryanair ha venduto più voli in progressione che presumono almeno uno scalo. Ovviamente, Ryanair potrebbe accumulare ritardo il che significa che il viaggiatore potrebbe perdere la coincidenza con il volo successivo.

A questo proposito le norme in tutela del viaggiatore stabiliscono che Ryanair dovrà fornire sostegno e rimborsi come nel caso della cancellazione di volo, e nel caso particolare di overbooking Ryanair dovrà prima accertarsi che vi siano dei passeggeri disposti a non partire in cambio di futuri benefit.

Anche in questo caso, per ottenere il rimborso da Ryanair, conserva tutti i documenti di viaggio per dimostrare che tu ti sei presentato in aeroporto in tempo per il check-in e che è stata la compagnia aerea a impedirti di prendere il volo.

Il rimborso per bagaglio smarrito da Ryanair

rimborso Ryanair bagaglio

Se, una volta giunto nel tuo luogo di villeggiatura, la valigia non è uscita dal nastro trasportatore, allora dovrai recarti all’ufficio Lost & Found dell’aeroporto dove, dopo aver verificato biglietto e tagliando del bagaglio, verrai invitato a compilare il modulo PIR (Property Irregularity Report) con la descrizione della tua valigia fornendo anche l’indirizzo dove dovrà essere recapitata.

Può succedere che Ryanair impieghi diverso tempo per farti giungere il tuo bagaglio e quindi sarai costretto a provvedere all’acquisto di beni di uso quotidiano.

Sappiamo che questo tipo di inconveniente non potrà essere interamente risarcito, tuttavia le norme in difesa del passeggero stabiliscono che Ryanair dovrà versare un indennizzo fino ad un massimo di 1.400 euro per tutte le spese affrontate e accertate sull’acquisto dei beni necessari e come risarcimento per i danni morali subiti in caso di smarrimento definitivo del bagaglio.

Il passeggero per legge ha però 21 giorni di tempo dalla data di riconsegna per sporgere richiesta di risarcimento a Ryanair.

Il rimborso in caso di volo Ryanair in ritardo

Soffermiamoci un attimo sull’eventualità più comune che generalmente si verifica negli aeroporti, ossia il ritardo di un volo aereo. È una situazione abbastanza variegata perché un ritardo può essere di piccola entità oppure molto consistente.

In base alle ore accumulate hai diritto a:

  • Assistenza: dopo le prime 2 ore di attesa;
  • Risarcimento: dalle 3 alle 4 ore di attesa in base alla lunghezza della tratta, di importo variabile tra i 250 e i 600 euro;
  • Rimborso: hai diritto al rimborso per volo in ritardo quando il vettore accumula un ritardo superiore alle 5 ore e tu hai perso interesse a continuare il viaggio.

Se ti viene negata l’assistenza, hai diritto anche al rimborso delle spese extra effettuate durante l’attesa.

Come ottenere il rimborso da Ryanair durante il Coronavirus

Iniziamo con il darti subito una brutta notizia: ottenere il rimborso da Ryanair in tempo di Covid-19 non è la cosa più facile del mondo. Potremmo anzi affermare che è decisamente complicato. Lo scoppio della pandemia ha infatti costretto la compagnia ad annullare tutti i voli che aveva in programma, con conseguenti gravi perdite economiche: un problema globale che ha colpito tutti i vettori aerei.

Una disposizione del Regolamento CE n. 261/2004 prevede che, a fronte di una richiesta di rimborso, la compagnia possa proporre un voucher alternativo di pari valore, da sfruttare nei 12 mesi successivi alla sua emissione. Parliamo pertanto di una semplice opzione che, in quanto tale, può essere anche rifiutata in favore del più classico rimborso in denaro.

La tragica situazione economica causata dallo stop forzato dei voli, tuttavia, ha portato a una modifica di tale legge, consentendo alle compagnie di proporre il voucher come unica e sola opzione, a patto che il rimborso in questione si riferisse ai voli cancellati per Coronavirus nel periodo compreso tra l’11 marzo e il 30 settembre 2020 e che la compagnia avesse operato la rescissione del contratto di volo entro il 31 luglio.

Il motivo per cui ora potresti trovarti in difficoltà con la tua richiesta di rimborso è dovuto al fatto che diverse compagnie aeree, Ryanair inclusa, hanno ignorato questo piccolo cavillo, continuando imperterrite a imporre il buono a fronte di ogni richiesta di rimborso ricevuta e allungando notevolmente le tempistiche burocratiche. Se sei vittima di tale frode, che ha spinto l’Enac (Ente nazionale per l’aviazione civile) a valutare una sanzione per tutti i vettori che non hanno rispettato la legge, puoi tuttavia stare tranquillo. Anche se avessi già accettato il voucher, ora ti spiegheremo cosa devi fare per riconvertirlo in rimborso monetario.

Come ti aiutiamo a convertire il voucher Ryanair in rimborso monetario

Se sei attualmente in possesso di un voucher ancora inutilizzato e vorresti riconvertirlo in denaro, sappi che hai tutti i diritti di farlo. La legge prevede infatti la possibilità di riconvertire tale buono nel più classico rimborso in denaro, a patto che siano trascorsi almeno 12 mesi dalla sua emissione. Questo perché, visto il perdurare delle restrizioni, la durata dei voucher è stata estesa di altri 6 mesi, per un totale di 18. Ciò nonostante, per poter riavere indietro i tuoi soldi, è sufficiente che siano trascorsi i 12 mesi canonici.

Il problema è che la riconversione del voucher funziona esattamente come una qualsiasi richiesta di rimborso, comprensiva di tutte le difficoltà che ti abbiamo sin qui illustrato. Noi di Vacanza Rovinata sappiamo però come farci ascoltare dagli operatori di Ryanair e possiamo garantirti che, se deciderai di affidare a noi la tua pratica, c’impegneremo per farti ottenere il tuo legittimo rimborso nel più breve tempo possibile.

Quanto ti costa ottenere un rimborso Ryanair con Vacanza Rovinata

Anche se sei in possesso di tutte le informazioni che ti servono per ottenere il tuo rimborso Ryanair, spesso capita che la compagnia si rifiuti di darti ciò che ti spetta, adducendo come motivazione la presenza di “condizioni straordinarie” che l’assolverebbero dal rimborsare i clienti danneggiati come te.

Noi di Vacanza Rovinata ti assicuriamo che nella maggior parte dei casi si tratta soltanto di mere scappatoie utilizzate dalla compagnia aerea al fine di non corrispondere quanto dovuto. Il nostro personale altamente qualificato, tuttavia, sa esattamente come risolvere questi fastidiosi disguidi e costringere Ryanair a darti ciò che ti spetta di diritto.

All’interno del nostro staff possiamo infatti vantare la presenza di assistenti legali di prima qualità, che sapranno risolvere qualsiasi problema tu possa aver avuto con il tuo volo Ryanair.

Sei preoccupato del fatto che richiedere il nostro aiuto possa comportare una spesa maggiore di quanto hai perso? Niente paura.

Noi di Vacanza Rovinata siamo dalla tua parte, al punto da garantirti la nostra assistenza a titolo completamente gratuito!

Sì, hai capito bene. Non solo non ti chiederemo alcun anticipo ma, una volta che avrai ottenuto il tuo rimborso Ryanair, sarà la compagnia stessa a pagare la nostra parcella, mentre tu potrai goderti la felicità di una vittoria ottenuta senza spendere un solo centesimo.

Approfondimenti su Ryanair

Avrai già sentito migliaia di volte nominare il nome di Ryanair, ma ora devi averci a che fare direttamente. Quanto conosci questa compagnia aerea? Vediamo di scoprire qualcosa in più sull’azienda e su come contattarla in caso di disservizio.

Chi è Ryanair

rimborso Ryanair

Ryanair è una compagnia aerea low-cost fondata a Dublino nel 1985 dall’uomo d’affari Tony Ryan. Attualmente gestisce oltre 2.000 tratte, collegando fra di loro 33 diversi Paesi in Europa e in Africa. La sua base operativa è situata presso l’Aeroporto di Londra – Stansted che, insieme a quello di Dublino e di Bergamo – Orio al Serio, costituisce il punto nevralgico attraverso il quale transita il maggior numero di rotte.

Nel corso degli anni, la compagnia è stata protagonista di una rapida e continua ascesa che l’ha trasformata nella seconda compagnia aerea europea per il maggior numero di passeggeri trasportati, arrivando nel 2011 a superare i 76 milioni di persone. Oggi Ryanair è riconosciuta per essere la compagnia preferita di coloro che viaggiano attraverso l’Europa, seguita dalla sua rivale easyJet.

Stando ai dati del febbraio 2020, la sua flotta è composta da un totale di 476 Boeing e da 3 Learijet 45, le cui basi sono situate negli aeroporti di Londra e di Bergamo, da dove prendono il volo per trasportare il personale o i materiali di ricambio. Il 20 febbraio 2021, il direttore e vice amministratore delegato Michael Cawley ha pubblicamente annunciato che Ryanair raddoppierà il numero dei propri aerei entro il 2030, anno in cui la compagnia dovrebbe arrivare a trasportare 150 milioni di persone, divenendo così una delle più ricche e prestigiose del mondo.

Queste informazioni ti sono utili per capire che hai a che fare con un autentico colosso del settore delle compagnie aeree, ma non devi preoccuparti perché ci siamo noi al tuo fianco.

Come si contatta Ryanair

Anche se stiamo parlando di una grande compagnia aerea, ci sono molti modi attraverso i quali puoi contattarla come il telefono, la chat o il modulo che trovi sul sito ufficiale. Vediamoli tutti insieme.

Uno dei metodi più tecnologici è sicuramente la chat bot digitale che ti offre supporto 24 ore su 24, tutti i giorni della settimana. Se, invece, sei un tipo più tradizionale puoi chiamare il servizio clienti al numero 0230560007 dal lunedì al sabato nella fascia oraria 08:00-17:00 oppure la domenica dalle 09:00 alle 16:00, fuso orario GMT.

Nel caso in cui tu voglia fare un reclamo formale, puoi utilizzare il modulo online seguendo la procedura guidata. La compagnia dovrebbe rispondere entro 10 giorni alla tua e-mail. Ti verranno poi chiesti sia i tuoi dati personali che quelli della prenotazione.

L’ultima opzione è l’invio della domanda o del reclamo per posta con i tuoi dati personali e le informazioni di contatto, i dettagli del volo e della domanda. Puoi inviarla a Ryanair Customer Service Department, PO Box 11451-Swords, Co. Dublin, Ireland. La compagnia dovrebbe risponderti entro 15 giorni lavorativi.

È possibile chiedere il rimborso a Ryanair in caso di malattia

Sì, è possibile, e a dirlo è la politica di rimborso Ryanair. La compagnia può rimborsare “a sua discrezione” la prenotazione di un cliente che aveva acquistato un volo e che sia poi stato impossibilitato a partire a causa di decesso o di malattia grave. Fai attenzione però, perché è specificato il fatto che il rimborso viene dato a loro discrezione.

Se invece vuoi essere sicuro di ottenere il prima possibile quello che ti spetta, affidati a noi. Smetti di temporeggiare e contattaci subito compilando il modulo che trovi in fondo a questa pagina. Entro 24 ore ti risponderemo e in pochi altri minuti apriremo la tua pratica! 

Sempre in materia di rimborso aereo Ryanair, ti invitiamo a leggere anche questo articolo:

come riavere i soldi di un biglietto aereo Ryanair.

Data di pubblicazione: 30 Giugno 2022

Contattaci

Compila il form qui sotto inserendo i dati richiesti così da essere contattato in tempi rapidi da un nostro assistente legale.
  • GG trattino MM trattino AAAA
  • Le informazioni personali che vengono richieste sono necessarie per la gestione della richiesta. Tutti i dati personali vengono trattati con la massima riservatezza. Leggi la nostra Privacy policy.
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Articoli correlati

Scioperi Ryanair 2024: voli cancellati e disagi. Ecco come ottenere rimborso e risarcimento

Scioperi Ryanair 2024: voli cancellati e disagi. Ecco come ottenere rimborso e risarcimento

Sciopero del 28 maggio 2024: voli Ryanair cancellati e diritti dei passeggeri al rimborso Rilevanti saranno disagi per i passeggeri in viaggio nel cor...
Continua a leggere
Volo cancellato Ryanair Trapani-Napoli: passeggeri riprotetti sull’aeroporto di Palermo. Diritto al rimborso

Volo cancellato Ryanair Trapani-Napoli: passeggeri riprotetti sull’aeroporto di Palermo. Diritto al rimborso

Fine 2022 con diverse novità per quanto riguarda la situazione voli da e per la Sicilia. La prima novità riguarda lo scalo di Trapani Birgi dove la ...
Continua a leggere
Voli da e per la Sicilia fino a 1.000 euro, la Regione denuncia Ita e Ryanair

Voli da e per la Sicilia fino a 1.000 euro, la Regione denuncia Ita e Ryanair

È allarme per il caro prezzi dei voli Ita Airways e Ryanair da e per la Sicilia durante le festività natalizie. A denunciare il tutto è stato addir...
Continua a leggere
Come riavere i soldi di un biglietto aereo Ryanair

Come riavere i soldi di un biglietto aereo Ryanair

In questo articolo ti diremo come riavere i soldi di un biglietto aereo Ryanair e ti spiegheremo come ottenere il rimborso da Ryanair. Ryanair è prob...
Continua a leggere
Voli cancellati per guerra in Ucraina: come ottenere il rimborso

Voli cancellati per guerra in Ucraina: come ottenere il rimborso

La guerra in Ucraina con l’invasione da parte della Russia sta mettendo in allarme anche il traffico aereo mondiale. Già divers...
Continua a leggere
Ryanair cancella diversi voli da e verso lo scalo di Torino Caselle a causa della pandemia

Ryanair cancella diversi voli da e verso lo scalo di Torino Caselle a causa della pandemia

La nuova andata del virus guidata dalla variante Omicron non demorde e continua ad avere pesanti ripercussioni anche sul traffico aereo. Non sono bast...
Continua a leggere
Ti hanno rovinato il viaggio o la vacanza?