Converti gratuitamente il tuo voucher aereo in rimborso monetario

Contattaci

Ti spieghiamo come ottenere la compensazione pecuniaria per un volo cancellato

Data di pubblicazione: 12 Marzo 2021
Ti spieghiamo come ottenere la compensazione pecuniaria per un volo cancellato

Se il tuo volo è stato cancellato e ti stai chiedendo come è possibile ottenere la compensazione pecuniaria, in questo articolo troverai tutte le informazioni utili a comprendere in quali casi ne hai diritto, a quanto ammonta l’indennizzo e come quindi ottenerla velocemente.  

Cos’è la compensazione pecuniaria per volo cancellato

Con il termine compensazione pecuniaria in genere si intende quella somma di danaro che la compagnia aerea è tenuta a corrispondere per legge al passeggero nei casi di cancellazione del volo, ritardo aereo, perdita di coincidenza o comunque di negato imbarco sul volo prenotato.

La compensazione pecuniaria può essere dunque intesa come una sorta di indennizzo forfettizzato che la legge pone a carico delle compagnie aeree al fine di tutelare l’interesse del passeggero a che il volo venga eseguito secondo le modalità ed i tempi corrispondenti a quelli dell’originario programma di viaggio comunicato al momento dell’acquisto dei biglietti aerei.

In poche parole, quando richiedi il rimborso per un volo cancellato, la compensazione pecuniaria rappresenta ciò che ti spetta in termini economici.

Essendo gli importi della compensazione pecuniaria già predeterminati dalla legge, il passeggero che ha subito un disagio aereo, ha il pieno diritto di percepirli senza essere onerato di provare l’importanza del disagio subito.

Ciò non esclude tuttavia la possibilità per lo stesso passeggero di ottenere un risarcimento supplementare qualora provi che ad esempio l’annullamento del volo o il ritardo aereo gli abbiano cagionato danni più gravi.

Quando hai diritto ad ottenere la compensazione pecuniaria in caso di volo annullato?

Il Regolamento comunitario n. 261 del 2004, all’art. 7 nominato “Diritto a compensazione pecuniaria” prevede che ogni passeggero ha diritto, appunto, a percepire la compensazione pecuniaria in caso di cancellazione del proprio volo.

Al fine di comprendere quando il passeggero può legittimamente richiedere alla compagnia aerea il pagamento della compensazione pecuniaria, analizziamo quindi di seguito quali sono i casi in cui si può parlare di volo cancellato:

  • quando l’originario volo non avviene ed il passeggero viene riprotetto su altro volo in programma;
  • dopo il decollo, quando l’aereo ritorna nell’aeroporto di partenza ed i passeggeri vengono trasferiti su un altro volo;
  • quando il volo decolla dall’aeroporto di partenza ma atterra in un aeroporto che non corrisponde a quello di destinazione finale come indicato sul biglietto.

A quanto ammonta la compensazione pecuniaria per volo cancellato?

compensazione pecuniaria in caso di volo cancellato

L’entità della compensazione pecuniaria spettante al passeggero vittima della cancellazione del volo viene determinata direttamente dalla legge e viene calcolata considerando la lunghezza della tratta di percorrenza che l’aereo doveva percorrere. Gli importi partono da un minimo di 250 euro fino ad un massimo di 600 euro.

Ai sensi dell’art. 7 del Regolamento comunitario n. 261 del 2004, nominato “Diritto a compensazione pecuniaria”, in caso di cancellazione del proprio volo ogni passeggero ha diritto a ricevere una compensazione pari a:

  • € 250 per tutte le tratte aeree inferiori o pari a 1500 km;
  • € 400 per i voli intracomunitari che superino i 1500 km e per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 km;
  • € 600 per le tratte aeree superiori ai 3.500 Km.

Occorre tuttavia precisare che la compagnia aerea sarà tenuta a corrispondere solo il 50% delle somme suddette qualora, a seguito della cancellazione del volo, riesca ad offrire al passeggero un volo alternativo che consenta a quest’ultimo di giungere alla destinazione finale ad un orario di arrivo che non superi:

  • le 2 ore di ritardo rispetto all’orario di arrivo originale per tratte pari o inferiori a 1.500 km;
  • le 3 ore di ritardo rispetto all’orario di arrivo originale per tutte le tratte tra 1.500 e 3.500 Km;
  • le 4 ore di ritardo rispetto all’orario di arrivo originale per le tratte aree che superano il 3500 Km.

In quali casi non hai diritto alla compensazione pecuniaria?

Per completezza riteniamo opportuno precisare che non sempre la cancellazione del volo comporta per il passeggero il diritto a percepire la compensazione pecuniaria. In tali casi quindi il passeggero subirà un disservizio aereo senza poter chiedere un risarcimento forfettario per il disagio subito.

Se, per un verso, il diritto alla compensazione pecuniaria sorge in favore del passeggero ogni qualvolta la cancellazione del volo sia avvenuta per cause riconducibili ad errori o mancanze dirette della compagnia aerea, per altro, qualora l’annullamento del volo sia stato determinato da circostanze al di fuori del controllo e quindi della responsabilità della compagnia aerea, il diritto alla compensazione pecuniaria viene meno.

A norma dell’articolo 5 del Regolamento comunitario n. 261 del 2004, la compagnia aerea è esonerata dal pagare la compensazione pecuniaria in caso di cancellazione del volo se può dimostrare che la cancellazione è dovuta a circostanze eccezionali che non si sarebbero comunque potute evitare anche se fossero state adottate tutte le misure del caso.

Proprio perché la legge prevede che debba esser fatta una valutazione caso per caso, è difficile predeterminare tutte le fattispecie concrete che possono rientrare nel campo delle cosiddette “circostanze eccezionali” ma, per chiarire il concetto, indichiamo qui di seguito alcuni dei casi che si verificano con più frequenza:

  • volo cancellato per maltempo o neve sull’aeroporto di partenza o su quello di arrivo;
  • volo cancellato per sciopero dei dipendenti delle compagnie aeree o del personale di terra;
  • malore del personale di volo o di un passeggero durante la tratta aerea;
  • lavori di manutenzione straordinaria dell’aeroporto di arrivo o partenza;
  • restrizione del traffico aereo dovuta a motivi di sicurezza.

Hai diritto alla compensazione pecuniaria se il tuo volo è stato cancellato per coronavirus?

Generalmente il Coronavirus viene considerato come una circostanza straordinaria e pertanto la compagnia aerea non è obbligata a fornire una compensazione extra ai passeggeri per i voli cancellati.

Ciò non toglie però che i passeggeri vantano altri diritti nei confronti della compagnia aerea che ha cancellato il volo per Coronavirus, primo fra tutti il rimborso del biglietto ovvero del prezzo corrisposto per l’acquisto dei biglietti aerei non utilizzati.

I passeggeri quindi, anche se il volo è stato cancellato per Coronavirus, hanno diritto a scegliere una delle seguenti opzioni:

  • modifica/cambio della prenotazione: la compagnia aerea potrebbe offrire la possibilità di cambiare gratuitamente la vostra destinazione oppure spostare la data di partenza in un momento successivo;
  • erogazione di un voucher per rimborso di un volo annullato per Covid: questa è l’opzione che più spesso le compagnie aeree propongono al passeggero al quale viene rilasciato un buono dello stesso importo da spendere per un altro volo sempre con la stessa compagnia.
  • erogazione del rimborso monetario del biglietto aereo per il volo annullato per Coronavirus: i passeggeri hanno diritto a ricevere il rimborso in danaro del biglietto e quindi alla restituzione dello stesso importo corrisposto al momento della prenotazione.

E’ fondamentale tuttavia ricordare che, la scelta tra voucher o rimborso monetario deve essere rimessa al libero arbitrio del passeggero e non può essere dunque imposta dalla compagnia aerea la quale quindi sarà obbligata al rimborso monetario qualora il passeggero non si dichiari disponibile ad accettare il voucher.

Se, a seguito della cancellazione del volo ti è già capitato di aver accettato un voucher ti invitiamo a leggere questo nostro articolo utile a comprendere come convertire il voucher aereo in rimborso monetario in caso di volo cancellato.

Se invece hai subito la cancellazione del volo e vuoi ottenere in tempi rapidi e gratuitamente la tua compensazione pecuniaria, ti basterà compilare il form qui sotto e sarai immediatamente ricontattato da un nostro consulente per una preliminare valutazione del caso.

Contattaci

Compila il form qui sotto inserendo i dati richiesti così da essere contattato in tempi rapidi da un nostro assistente legale.
  • Formato data:GG trattino MM trattino AAAA
  • Le informazioni personali che vengono richieste sono necessarie per la gestione della richiesta. Tutti i dati personali vengono trattati con la massima riservatezza. Leggi la nostra Privacy policy.
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Articoli correlati

Volo con scalo e collegamento perso? Ti spieghiamo come puoi ottenere il risarcimento

Volo con scalo e collegamento perso? Ti spieghiamo come puoi ottenere il risarcimento

A tutti i viaggiatori capita prima o poi di affrontare un volo con scalo. Se sei un passeggero assiduo ecco quindi i nostri consigli su come affrontare lo scalo al meglio e come ottenere all’occorrenza il giusto risarcimento se mai dovesse avvenire la temuta perdita di coincidenza che abbia comportato non solo un’estenuante attesa in […]
Continua a leggere
Come ottenere rimborso e risarcimento quando la compagnia cambia l’orario del tuo volo

Come ottenere rimborso e risarcimento quando la compagnia cambia l’orario del tuo volo

Se vuoi un aiuto per ottenere il rimborso o risarcimento da una compagnia che ha cambiato l’orario del tuo volo, sei nel posto giusto. A seguito dell’acquisto del biglietto aereo, capita spesso che il passeggero riceva, nei giorni precedenti alla partenza prevista o addirittura quando già in aeroporto, una successiva notifica con la quale la […]
Continua a leggere
Contattaci