Air Italy sull’orlo del fallimento

Air Italy, la seconda compagnia aerea italiana, a causa delle ingenti perdite rischia il fallimento; è stata messa in liquidazione con effetto immediato, causando non pochi disagi ai passeggeri e ai 1500 dipendenti a rischio licenziamento.

Le prenotazioni sono state bloccate a partire dalla data del 11 febbraio, mentre i voli verranno garantiti fino al prossimo 25 febbraio nei giorni e negli orari già stabiliti, ma operati da altri vettori aerei.

In particolare, per coloro che hanno acquistato un volo di andata Air Italy prima del 25 febbraio e uno di ritorno dopo questa data, non dovrebbero avere disagi per l’andata, mentre per il ritorno la compagnia fa sapere che renderà noti i voli disponibili di altri vettori con tutti i dettagli a partire dal 18 febbraio, contattando direttamente i numeri: dall’Italia  892928, dall’estero: +39078952682; dagli Usa: +1 866 3876359, dal Canada: +1 800 7461888, oppure contattando l’agenzia presso cui si è effettuata la prenotazione.

Come si evince anche dal comunicato presente sul sito ufficiale della Compagnia, lo stop definitivo ai voli, invece, sarà attuato dal 26 febbraio, a partire da questa data Air Italy fa sapere che non sarà più garantito alcun volo.

I passeggeri che hanno già una prenotazione per voli Air Italy in partenza e in arrivo a partire dal 26 febbraio,  potranno pertanto richiedere il rimborso totale del biglietto direttamente tramite i canali scelti al momento dell’acquisto.

Se hanno effettuato la prenotazione direttamente dal portale Air Italy o presso le biglietterie Air  Italy, potranno chiedere il rimborso  rivolgendosi direttamente all’indirizzo email refunds@airitaly.com.

Se, invece il biglietto è stato acquistato tramite agenzia di viaggi, per il rimborso o per soluzioni alternative di viaggio sarà necessario rivolgersi all’agenzia stessa.