Converti gratuitamente il tuo voucher aereo in rimborso monetario

Contattaci

Rimborso SAS (Scandinavian Airlines): gratis con Vacanza Rovinata

Data di pubblicazione: 12 Gennaio 2021
Rimborso SAS (Scandinavian Airlines): gratis con                     Vacanza Rovinata

Se ti trovi nella necessità di dover chiedere un rimborso a SAS Scandinavian Airlines, significa che la compagnia aerea ti ha procurato un disagio, rovinandoti il viaggio e obbligandoti di conseguenza ad avviare le pratiche per riavere indietro i tuoi soldi.

Si tratta indubbiamente di una situazione alquanto seccante, ma molto più comune di quanto tu creda.

Ognuno di noi, nel momento in cui decide di effettuare una prenotazione aerea, tende infatti a concentrarsi soltanto sulla parte logistico – organizzativa, tralasciando inevitabilmente tutti i potenziali imprevisti che potrebbero accadere.

Del resto quando si prenota un viaggio ci sono già tante cose a cui pensare, specialmente se si tratta di una vacanza.

Chi ha voglia di rovinarsi il piacere dell’attesa mettendo in conto anche tutte le situazioni spiacevoli che potrebbero verificarsi?

Eppure gli inconvenienti sono all’ordine del giorno: ci arrivano richieste di rimborso per aerei in ritardo o addirittura soppressi, per problemi di overbooking o di bagagli smarriti/danneggiati. Il mondo delle compagnie aeree è una vera e propria giungla, soprattutto in un periodo devastato dal Covid-19, la cui diffusione ha inevitabilmente costretto tutte le compagnie ad annullare i propri voli.

Ciò vale ovviamente anche per quella cui ti sei rivolto per prenotare il tuo viaggio: SAS Scandivian Airlines. La prima cosa importante da fare, pertanto, è capire esattamente quale problema si sia verificato e se hai diritto o meno a essere rimborsato.

Quando è possibile ottenere il rimborso con SAS (Scandinavian Airlines)

Ottenere il rimborso da una compagnia aerea già non è facile di suo ma, in alcuni casi, può rivelarsi del tutto impossibile. Ciò avviene quando la tua richiesta non è conforme alle leggi stabilite dal Regolamento Europeo 261/2004 che, insieme alla Convenzione di Montreal, sancisce con precisione quali sono i diritti dei passeggeri in materia di viaggi aerei e quando sono legittimati a inoltrare la richiesta per ottenere un rimborso o un risarcimento.

Come avrai notato, abbiamo utilizzato due precise espressioni: rimborso e risarcimento. Non si tratta di due sinonimi, come potresti erroneamente pensare, bensì di due vocaboli dal significato completamente diverso, che fanno riferimento a situazioni altrettanto differenti. Prima di avanzare una generica richiesta di rimborso a SAS Scandinavian Airlines, pertanto, è fondamentale che tu conosca con precisione il significato esatto di queste due parole e i loro relativi campi di applicazione. Potresti infatti scoprire che quello che tu definisci “rimborso” è in realtà un “risarcimento”, e viceversa.

  • Hai diritto a inoltrare una richiesta di rimborso nel momento in cui la compagnia aerea t’impedisce di salire fisicamente sull’aereo che avresti dovuto prendere. Ciò avviene per esempio nei casi di overbooking, quando cioè viene erroneamente venduto un numero di biglietti superiore ai posti disponibili. Analogamente, hai diritto a essere rimborsato anche quando il tuo volo viene cancellato senza alcun preavviso e, per qualsiasi ragione, non riesci a ottenere una soluzione alternativa soddisfacente. La totale rinuncia al viaggio, di conseguenza, ti dà diritto al pieno rimborso del biglietto, oltre che di tutte le spese extra che dovrai affrontare per colpa di tale disservizio. Se, infine, dovessi riuscire a imbarcarti su un volo sostitutivo ma venissi sistemato in una classe inferiore rispetto a quella da te originariamente prenotata, avrai comunque diritto a un rimborso parziale del biglietto.

Come avrai certamente capito, pertanto, il rimborso altro non è se non la restituzione (totale o parziale) dei soldi che hai speso per il biglietto aereo. Una cifra completamente diversa da quella che ti spetta come risarcimento.

  • In alternativa (o in aggiunta) al rimborso, potresti avere diritto a chiedere un risarcimento pecuniario a titolo d’indennizzo per i disagi che la compagnia aerea ti ha costretto a subire. Ciò vale per tutti i casi in cui decidi di non rinunciare al viaggio, accettando quindi di essere imbarcato su un volo alternativo in seguito alla cancellazione improvvisa di quello che avevi prenotato, o a causa di un problema di overbooking. Vale inoltre per tutti i ritardi dalle 3 ore in su e nei casi di bagaglio danneggiato, smarrito o consegnato in ritardo. Per i disagi inerenti allo stato dei bagagli, in realtà, valgono regole specifiche che avremo modo d’illustrare più avanti. Per tutti gli altri casi citati, invece, hai diritto a chiedere alla compagnia aerea un risarcimento pecuniario calcolato sulla base della tratta percorsa e che può variare da un minimo di 200 a un massimo di 600 euro.

A questo punto dovresti aver individuato con precisione qual è il disagio che SAS ti ha costretto a subire e, di conseguenza, avrai anche capito se quello che intendi chiedere alla compagnia è un rimborso o un risarcimento (o magari entrambi). Se, al contrario, non ti ritrovi in nessuno dei casi che ti abbiamo dettagliatamente illustrato, allora dobbiamo darti una cattiva notizia: potresti essere vittima di una delle situazioni che sollevano la compagnia aerea da qualsiasi obbligo nei tuoi confronti, risarcimento incluso. Si tratta di specifici accadimenti che non dipendono dal vettore cui ti sei rivolto per prenotare il tuo viaggio e che, di conseguenza, non è minimamente tenuto a rimborsarti. Vediamo quali sono.

Quando non hai il diritto al rimborso con SAS (Scandinavian Airlines)

Il già citato Regolamento Europeo 261/2004 non si limita a tutelare i diritti dei passeggeri dei voli aerei, ma anche quelli delle compagnie. Esso, pertanto, prevede dei casi specifici che sollevano la compagnia da qualsiasi obbligo nei tuoi confronti, in quanto la responsabilità dei disagi di cui sei vittima non possono essere attribuiti ai suoi addetti.

Questo perché si tratta di disagi determinati da “circostanze eccezionali”, vale a dire cause di forza maggiore che obbligano la compagnia a ritardare o addirittura annullare del tutto il volo da te prenotato. Rientrano in questa categoria tutti i seguenti casi:

  • condizioni meteo avverse (maltempo o vento forte);
  • scontri con stormi di uccelli;
  • scioperi del personale;
  • attentati terroristici;
  • guasti tecnici;
  • allarmi sanitari;
  • intemperanze politiche;
  • qualsiasi problematica che renda nulla la sicurezza del volo, impedendogli di proseguire oltre o di decollare del tutto.

Se il problema di cui sei stato vittima rientra pertanto in una delle suddette categorie, devi purtroppo prendere atto del fatto che la compagnia viene automaticamente sollevata dall’obbligo di risarcirti. Il massimo che puoi ottenere in questi casi, infatti, è quello di imbarcarti su un volo sostitutivo in un secondo momento, o di rinunciare del tutto al viaggio in cambio del rimborso totale del biglietto.

Un’altra situazione che solleva SAS dall’obbligo di risarcirti si verifica nel momento in cui vieni avvisato della cancellazione del volo con almeno 14 giorni d’anticipo e ti viene offerto un volo alternativo entro 7 giorni dalla partenza.

Anche in questo caso, infatti, non hai diritto a chiedere alcun indennizzo, in quanto sei stato preventivamente avvisato del disagio e ti è stato immediatamente procurato un nuovo volo su cui imbarcarti.

Che diritti hai come passeggero in caso di disagio con SAS (Scandinavian Airlines)

rimborso SAS (Scandinavian Airlines)

In qualità di passeggero di un volo prenotato con SAS, godi di specifici diritti sanciti dalla Comunità Europea.

Tali diritti non si riferiscono soltanto al dovere della compagnia di risarcirci e/o rimborsarti, ma coprono uno spettro molto più ampio, che riguarda anche il tipo di trattamento che ti spetta da parte del personale di terra. Nel momento in cui ti vedi costretto a dover sopportare una lunga attesa in aeroporto, lo staff è infatti tenuto a concederti gratuitamente i seguenti servizi:

  • pasti e bevande per l’intera durata dell’attesa;
  • la possibilità di effettuare due chiamate telefoniche, o inviare messaggi tramite posta elettronica, fax o telex;
  • un’adeguata sistemazione in albergo, con trasferimento da/per l’aeroporto, nel caso in cui l’attesa dovesse protrarsi per più giorni;
  • un eventuale volo di ritorno all’aeroporto di partenza nel caso in cui decidessi di non proseguire oltre con il tuo viaggio.

Ai servizi elencati in questo elenco va poi ad aggiungersi il rimborso delle eventuali spese extra sostenute, come per esempio l’acquisto di tutto ciò che può servirti durante la tua permanenza in albergo.

Chiarito questo, pertanto, cerchiamo ora di capire come puoi ottenere il tuo rimborso da SAS Scandinavian Airlines a seconda dei vari casi (non determinati da circostanze eccezionali) che ti possono capitare, che si tratti di un volo cancellato oppure di uno in forte ritardo.

Come puoi ottenere il rimborso per un volo SAS (Scandinavian Airlines) che è stato cancellato

rimborso SAS (Scandinavian Airlines)

Sei in aeroporto, pronto a imbarcarti per la vacanza che sogni da una vita: quella che finalmente ti permetterà di ammirare i suggestivi fiordi norvegesi, un’attrazione turistica che da sempre desideri visitare. Chi meglio della compagnia nordica SAS Scandinavian Airlines potrebbe trasportarti verso quella meta tanto agognata?

Questo, almeno, è ciò che pensavi fino a quanto una voce fredda e metallica non ha annunciato la cancellazione del tuo volo e, con esso, anche il tuo sogno di vedere i fiordi.

In casi come questi, la linea guida da seguire è: niente panico. Il fatto che il tuo volo sia stato annullato, infatti, non implica necessariamente anche l’impossibilità di partire. Questo perché la compagnia tenterà, come prima cosa, di trovarti una soluzione alternativa, proponendoti un volo sostitutivo o prenotandone un altro a tuo nome, il tutto a titolo gratuito. Accettare o meno questa soluzione spetta naturalmente a te: puoi infatti scegliere d’imbarcarti sul nuovo volo, approfittando dell’assistenza che il personale di terra è tenuto a riservarti nell’attesa, o rinunciare del tutto al viaggio.

Attenzione, però! Se opti per quest’ultima soluzione, avrai sì diritto a essere rimborsato, ma ciò comporterà per l’appunto la rinuncia totale del viaggio. Al contrario, se accetti d’imbarcarti sul volo sostitutivo, avrai diritto a chiedere il risarcimento calcolato sulla base della tratta percorsa (a titolo di compensazione per tutti i disagi subiti), più un eventuale rimborso parziale del biglietto nel caso in cui venissi sistemato in una classe inferiore rispetto a quella che avevi prenotato. E alla fine riuscirai comunque ad ammirare i tuoi amati fiordi.

Ti ricordiamo che per poter avere diritto a inoltrare il tuo reclamo a SAS Scandinavian Airlines, il tuo volo dev’essere stato cancellato all’improvviso e tu non devi aver ricevuto alcun tipo di preavviso. Parimenti, il motivo della cancellazione non dev’essere attribuibile a nessuna delle già citate “circostanze eccezionali”.

E per un volo che è arrivato in ritardo?

Nel caso in cui il problema non sia relativo a un volo cancellato, ma a uno in forte in ritardo (di almeno 3 ore), la questione non è molto dissimile, in quanto anche in questo caso puoi scegliere se essere risarcito o direttamente rimborsato. Nel primo caso, infatti, la compagnia è tenuta a versarti il consueto indennizzo calcolato sulla base della tratta; nel secondo, invece, hai diritto al rimborso totale o parziale del biglietto, a seconda che tu decida di rinunciare del tutto al viaggio o soltanto a una parte (per esempio in caso di perdita della coincidenza).

I casi di rimborso totale del biglietto si applicano solitamente ai ritardi davvero massicci, quelli superiori alle 5 ore. A fronte di una simile attesa, infatti, puoi legittimamente decidere di rinunciare del tutto al viaggio, con relativo rimborso e risarcimento di tutte le spese extra. Come nel caso del volo cancellato, tuttavia, i motivi del ritardo non devono essere determinati dalle famose cause di forza maggiore, che solleverebbero la compagnia dall’obbligo di versarti il risarcimento.

E se SAS ha smarrito il tuo bagaglio cosa puoi fare?

Nel caso in cui SAS ti abbia erroneamente smarrito il bagaglio, devi recarti immediatamente all’Ufficio Bagagli Smarriti (o Lost and Foud) dell’aeroporto in cui ti trovi. Una volta lì, il relativo addetto t’inviterà a compilare il modulo PIR (Property Irregularity Report), nel quale dovrai inserire tutti i dati relativi alla tua valigia e l’indirizzo a cui fartela riconsegnare.

La restituzione del bagaglio smarrito, infatti, avviene solitamente nel giro di 24 – 48 ore. Ciò nonostante, anche in questo caso hai ovviamente diritto a fare reclamo alla compagnia per chiedere un eventuale risarcimento: tale denuncia può essere fatta generalmente dopo 21 giorni dalla compilazione del primo modulo.

Quanto ti spetta di rimborso?

Come ti abbiamo già spiegato, il rimborso è una questione completamente diversa dal risarcimento, anche e soprattutto a livello economico. Poiché il rimborso coincide con la restituzione totale dei soldi spesi per il biglietto, infatti, la cifra che ti spetta varierà a seconda della spesa da te sostenuta all’atto di prenotazione del viaggio. Diverso è invece il caso in cui ti spetti un rimborso parziale in seguito alla già citata sistemazione in una classe inferiore. In questo caso, infatti, la cifra è soggetta a un ammontare più preciso, calcolato in base alla tratta percorsa:

  • tratte inferiori o pari ai 1500 Km = rimborso del 30%;
  • tratte comprese tra i 1500 e i 3500 Km = rimborso del 50%;
  • tratte superiori ai 3500 Km = rimborso del 75%

Nel caso in cui ti spettasse anche il risarcimento, come ti abbiamo già detto, viene anch’esso calcolato in base alla tratta e può variare da un minimo di 200 a un massimo di 600 euro. Per calcolare l’ammontare esatto, tuttavia, devi tenere a mente questo schema:

  • 250 euro in caso di tratte inferiori o pari a 1500 km;
  • 400 euro se la tratta è compresa tra i 1500 e i 3500 Km;
  • 600 euro per tutte le tratte superiori ai 3500 km.

Infine, in merito al risarcimento che ti spetta in caso di bagaglio smarrito da parte della compagnia, la questione si fa più complessa. Questo perché teoricamente avresti diritto a ottenere fino a un massimo di circa 1300 euro a titolo di risarcimento danni, a patto naturalmente che il bagaglio sia stato effettivamente smarrito e non ti venga semplicemente consegnato in ritardo. Proprio per la complessità della questione e delle inevitabili lungaggini burocratiche che sarai costretto ad affrontare nell’inoltrare la tua richiesta di rimborso a SAS Scandinavian Airlines, il nostro consiglio è quello di non agire mai da solo, rivolgendoti direttamente a noi di Vacanza Rovinata.

Quanto ti costa ottenere il rimborso da SAS con Vacanza Rovinata?

Velocità, puntualità e affidabilità.

Questi sono i nostri tre punti di forza, quelli apprezzati dai nostri clienti e che ci hanno valso le loro numerose recensioni positive. Affidarti a noi di Vacanza Rovinata significa mettere la tua pratica nelle mani di professionisti seri e organizzati, che lavoreranno a tempo pieno per risolvere il tuo problema in maniera del tutto gratuita.

Sì, hai capito bene. La nostra assistenza non ti costerà assolutamente nulla, in quanto a pagarci ci penserà direttamente la compagnia aerea, mentre tu potrai goderti la meritata vittoria senza aver sborsato un solo euro.

Quindi che cosa aspetti a contattarci? Non devi fare altro che compilare il modulo che trovi in fondo a questa pagina e riceverai a stretto giro la risposta dei nostri legali. Dimentica compagnie poco serie o avvocati freelance: noi di Vacanza Rovinata siamo la soluzione che stavi cercando. Seri, competenti, professionali e in grado di garantirti un servizio completamente gratis!

Contattaci

Compila il form qui sotto inserendo i dati richiesti così da essere contattato in tempi rapidi da un nostro assistente legale.
  • Formato data:GG trattino MM trattino AAAA
  • Le informazioni personali che vengono richieste sono necessarie per la gestione della richiesta. Tutti i dati personali vengono trattati con la massima riservatezza. Leggi la nostra Privacy policy.
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Articoli correlati

Come ottenere il risarcimento per un volo cancellato

Come ottenere il risarcimento per un volo cancellato

I passeggeri vittima di un volo cancellato, hanno diritto a percepire dalla compagnia aerea responsabile un risarcimento a titolo di “compensazione pecuniaria” variabile da € 250 ad € 600 ed, inoltre, il rimborso di tutte le spese effettuate (ad esempio per vitto ed alloggio) a causa dell’improvvisa cancellazione del volo.
Continua a leggere
Rimborso e risarcimento da Ego Airways gratis con 	                   Vacanza Rovinata

Rimborso e risarcimento da Ego Airways gratis con Vacanza Rovinata

Vuoi ottenere il rimborso da Ego Airways oppure il risarcimento? Scopri come ti possiamo aiutare "gratuitamente" a far valere i tuoi diritti.
Continua a leggere
Ti hanno rovinato la vacanza?