Come ottenere da Alitalia il rimborso volo cancellato per Coronavirus

In conseguenza delle nuove restrittive misure messe a punto dalle Autorità nazionali ed internazionali in conseguenza del preoccupante propagarsi del Coronavirus, Alitalia si è vista costretta alla cancellazione di molti voli. In considerazione della moltitudine di passeggeri che ci ha contattato per ricevere la nostra assistenza e per conoscere le modalità di ottenimento del rimborso del volo cancellato da Alitalia a causa del Coronavirus, riteniamo utile fornire le seguenti indicazioni.

Chi può chiedere il rimborso del volo Alitalia per Coronavirus

A causa dell’estensione all’intero territorio nazionale delle restrizioni imposte dal Governo, possono chiedere il rimborso del costo sostenuto per l’acquisto del volo per Coronavirus tutti i titolari di biglietti aerei per voli cancellati dalla Alitalia e comunque, tutte le seguenti categorie di passeggeri che, volessero volontariamente rinunciare al volo: 

  • coloro che sono stati posti in quarantena o comunque risultino residenti e domiciliati in Italia;
  • i privati e le aziende che hanno programmato qualsiasi tipologia di viaggio o trasferta con partenza dall’Italia e/o arrivo nei Paesi soggetti a limitazioni;
  • coloro che, avendo prenotato il volo per partecipare a concorsi eventi o manifestazioni di qualsiasi natura poi annullati in virtù dei provvedimenti emessi dalle autorità competenti;
  • coloro che, avendo acquistato il biglietto aereo con partenza dall’Italia per destinazioni all’estero, abbiano accertato che l’ingresso in queste aree sia stato vietato con provvedimento assunto dalle autorità locali a causa del Coronavirus.

Quali sono i diritti del passeggero in caso di volo cancellato da Alitalia per Coronavirus?

Per questa e per altre domande volte ad ottenere chiarimenti circa i diritti esercitabili dal passeggero di un volo Alitalia cancellato per Coronavirus, rimandiamo alla nostra guida “Rimborso volo cancellato per Coronavirus” nel quale abbiamo analiticamente esposto quali obblighi di rimborso ed assistenza gravano sulla compagnia aerea a fronte di tale circostanza eccezionale.

Come richiedere ad Alitalia il rimborso del volo per Coronavirus?

A tutti i passeggeri interessati a ricevere da Alitalia il rimborso del volo per Coronavirus, consigliamo di attivarsi immediatamente attraverso i canali diretti di contatto con la compagnia aerea e quindi sia telefonicamente (al numero verde 800650055 dall’Italia o al numero +39 0665649 dall’estero) che a mezzo e.mail o PEC tentando di precostituirsi e conservare la documentazione idonea a comprovare l’inoltro della richiesta di rimborso.

Alitalia sulla sua pagina ufficiale, scusandosi con tutti i clienti che stanno incontrando difficoltà a mettersi in contatto con il call center, chiarisce che, tutti i passeggeri che hanno subito la cancellazione di un volo Alitalia possono richiedere entro il 31 maggio:

  • il cambio della prenotazione per viaggiare entro il 31 dicembre;
  • un voucher di importo pari al valore del biglietto acquistato, valido 1 anno, per volare verso qualsiasi destinazione servita da Alitalia;
  • il rimborso del biglietto o del valore residuo dello stesso per la parte di viaggio non effettuata.

Ai passeggeri invece che volessero volontariamente rinunciare al biglietto per voli Alitalia acquistati entro il 3 aprile per voli dal 23 febbraio al 31 maggio, non viene offerta la possibilità di rimborso monetario, ma potranno richiedere entro il 31 maggio:

  • il cambio della prenotazione per viaggiare entro il 31 dicembre;
  • il rimborso con un voucher di importo pari al valore del biglietto acquistato, valido 1 anno, per volare verso qualsiasi destinazione servita da Alitalia.

VacanzaRovinata.it al servizio di tutti i passeggeri per aiutarli ad ottenere il rimborso del volo Alitalia per Coronavirus

A fronte della grave emergenza sanitaria ed economica generatasi dal diffondersi del Coronavirus, VacanzaRovinata.it offre la propria assistenza gratuita a tutti quei passeggeri che si sono visti cancellare da Alitalia un volo o si siano determinati a rinunciarvi volontariamente.

I passeggero potrà sentirsi pienamente tutelato comprendendo quali sono per davvero i propri diritti, solo rivolgendosi a professionisti del settore che, come noi di VacanzaRovinata.it, in virtù della ultradecennale esperienza maturata sul campo, hanno deciso di accettare la missione di aiutare in questo delicato momento i numerosi affezionati clienti già acquisiti nonché tutti coloro che per qualsiasi ragione dovessero ritenersi non soddisfatti del trattamento riservato loro dalla compagnia aerea.

Invitiamo quindi tutti i passeggeri a seguire attentamente tutte le informazioni fornite in questa guida e pertanto a provvedere dapprima autonomamente a richiedere il rimborso ad Alitalia; nel caso in cui non dovesse pervenire alcun riscontro o qualora Alitalia dovesse negare o limitare il vostro dritto a rimborso metteremo a vostra disposizione gratuitamente la nostra competenza e professionalità.