Alitalia rimborso volo cancellato per Coronavirus

Strategie e notizie utili ad ottenere da Alitalia il rimborso del volo cancellato per Coronavirus.

In conseguenza delle nuove restrittive misure messe a punto dalle Autorità nazionali ed internazionali in conseguenza del preoccupante propagarsi del Coronavirus, Alitalia si è vista costretta alla cancellazione di molti voli. In considerazione della moltitudine di passeggeri che ci ha contattato per ricevere la nostra assistenza e per conoscere le modalità di ottenimento del rimborso del volo cancellato da Alitalia a causa del Coronavirus, riteniamo utile fornire le seguenti indicazioni.

Quali sono i diritti del passeggero in caso di volo cancellato da Alitalia per Coronavirus?

Per questa e per altre domande volte ad ottenere chiarimenti circa i diritti esercitabili dal passeggero di un volo Alitalia cancellato per Coronavirus, rimandiamo alla nostra guida “Rimborso volo cancellato per Coronavirus” nel quale abbiamo analiticamente esposto quali obblighi di rimborso ed assistenza gravano sulla compagnia aerea a fronte di tale circostanza eccezionale.

Come richiedere ad Alitalia il rimborso del volo per Coronavirus?

A tutti i passeggeri interessati a ricevere da Alitalia il rimborso del volo per Coronavirus, consigliamo di attivarsi immediatamente attraverso i canali diretti di contatto con la compagnia aerea e quindi sia telefonicamente (al numero verde 800650055 dall’Italia o al numero +39 0665649 dall’estero) che a mezzo e.mail o PEC tentando di precostituirsi e conservare la documentazione idonea a comprovare l’inoltro della richiesta di rimborso.

Alitalia sulla sua pagina ufficiale, scusandosi con tutti i clienti che stanno incontrando difficoltà a mettersi in contatto con il call center, chiarisce che, tutti i passeggeri che hanno subito la cancellazione di un volo Alitalia possono richiedere entro il 31 maggio:

  • il cambio della prenotazione per viaggiare entro il 31 dicembre;
  • un voucher di importo pari al valore del biglietto acquistato, valido 1 anno, per volare verso qualsiasi destinazione servita da Alitalia;
  • il rimborso del biglietto o del valore residuo dello stesso per la parte di viaggio non effettuata.

Ai passeggeri invece che volessero volontariamente rinunciare al biglietto per voli Alitalia acquistati entro il 3 aprile per voli dal 23 febbraio al 31 maggio, non viene offerta la possibilità di rimborso monetario, ma potranno richiedere entro il 31 maggio:

  • il cambio della prenotazione per viaggiare entro il 31 dicembre;
  • il rimborso con un voucher di importo pari al valore del biglietto acquistato, valido 1 anno, per volare verso qualsiasi destinazione servita da Alitalia.

Se ti dovesse occorrere assistenza per ottenere da Alitalia il rimborso del volo cancellato per Coronavirus, VacanzaRovinata.it offre gratuitamente la propria professionalità ed assistenza a tutti i passeggeri.