Rimborso Air Canada

Rimborso Air Canada

Ottieni gratuitamente con noi fino a € 600 di rimborso!

In caso di volo cancellato, ritardo aereo e bagagli smarriti ti aiutiamo ad ottenere il rimborso del biglietto ed il risarcimento del danno dalla compagnia aerea Air Canada.

Rimborso volo Air Canada

Air Canada, fondata nel 1936, è la compagnia di bandiera canadese con sede principale in Montreal. Opera voli di linea, charter e cargo verso destinazioni nazionali, internazionali e continentali ed è la dodicesima compagnia al mondo per dimensioni
della flotta.

Utili informazioni sulle condizioni di viaggio disposte da Air Canada e su cosa fare in caso di volo cancellato o ritardo aereo, sono facilmente consultabili al seguente link.

Rimborso biglietto aereo Air Canada: quando si può ottenere

Il rimborso di un biglietto aereo Air Canada è regolato dalla legge.

Esso può essere richiesto quando si subisce un disagio e si decide di rinunciare al viaggio. Se, ad esempio, il volo viene cancellato per un qualsiasi motivo, subisce un forte ritardo (superiore a 3 ore), viene negato l’imbarco per Overbooking al passeggero, oppure si perde una coincidenza come conseguenza del ritardo accumulato sulla prima tratta di un volo con scalo, Air Canada è tenuta a rimborsare il passeggero del costo sostenuto per il biglietto, qualora il passeggero decida di non viaggiare più.

Risarcimento Air Canada: quando si può ottenere

In alcuni casi Air Canada è tenuta a versare ai passeggeri che hanno subito il disagio un risarcimento per i danni subiti. In caso di volo cancellato, forte ritardo, imbarco negato per Overbooking e perdita della coincidenza a causa del ritardo accumulato sulla prima tratta di un volo con scalo, la somma che Air Canada è tenuta a versare è di massimo € 600, a cui si aggiunge il risarcimento dei danni subiti.

Quando viene smarrito il bagaglio (e quindi consegnato in ritardo oppure non consegnato affatto) invece Air Canada è tenuta a versare una somma di massimo € 1400 a titolo di risarcimento per le spese affrontate dal passeggero per ricomprare tutti i suoi effetti personali.

Volo cancellato: i diritti del passeggero

In caso di volo cancellato da Air Canada, la compagnia è innanzitutto tenuta ad inserire i passeggeri che vogliano proseguire col viaggio nel primo volo disponibile per la destinazione prescelta. Se ci sono passeggeri che intendono rinunciare al viaggio, ad essi spetta il rimborso del costo del biglietto.

Successivamente Air Canada è tenuta a fornire assistenza ai passeggeri, garantendo pasti e bevande gratuitamente e, se necessario, pernottamento in hotel e un mezzo (taxi o autobus) per raggiungerlo. Inoltre deve offrire ai passeggeri la possibilità di usare un telefono, un computer con connessione ad internet o un fax per comunicare con i parenti o per disdire o modificare eventuali prenotazioni fatte nel luogo di destinazione. Ad ogni passeggero spettano due telefonate o due fax o email.

Air Canada deve inoltre versare una compensazione, il cui importo viene stabilito per legge sulla base della rotta ortodromica del volo. Fino a 1500 km la compensazione corrisponde a € 250, fino a 3500 km corrisponde a € 400 e sopra i 3500 corrisponde a € 600.

Imbarco negato: diritti del passeggero

L’imbarco può essere negato ai passeggeri da Air Canada in caso di Overbooking. L’Overbooking, come dice la stessa parola, si verifica quando Air Canada accetta più prenotazioni di quelle che potrebbe. Avendo venduto un numero di biglietti superiore agli effettivi posti disponibili sull’aereo, quando i passeggeri arrivano in aeroporto si vedono negare l’imbarco.

Quando si verifica l’Overbooking Air Canada deve innanzitutto cercare tra i passeggeri se ce ne sono alcuni disposti a rinunciare spontaneamente al loro posto su quel volo. In cambio della rinuncia i passeggeri possono ottenere dei benefici che vanno concordati con la compagnia, tra cui, ovviamente, la possibilità di partire con un altro volo disponibile oppure di ricevere il rimborso del costo del biglietto.

Un altro caso di accesso negato al volo si verifica quando il passeggero arriva in ritardo al gate perché il suo precedente volo è atterrato in ritardo. A volte infatti Air Canada vende biglietti che, per portare il viaggiatore alla sua destinazione finale, prevedono uno o più scali intermedi. Se lo scalo è di poche ore, è facile che un ritardo sul precedente volo porti il passeggero a perdere la coincidenza.

In caso di perdita della coincidenza, il passeggero ha diritto a tutta l’assistenza da parte di Air Canada come illustrata per i casi di volo cancellato. Anche in questo caso può scegliere di partire con il prossimo volo disponibile oppure di rinunciare al proseguimento del suo viaggio, ottenendo un rimborso della parte del biglietto non usufruita.

Bagaglio smarrito: diritti del passeggero

La perdita del bagaglio in viaggio è una bella scocciatura. Ci si ritrova lontano da casa senza vestiti ed effetti personali. Si è costretti quindi ad acquistare tutto sul posto. Air Canada in questi casi è tenuta a rimborsare l’importo speso fino ad un massimo di € 1400. Le spese ovviamente devono essere documentate presentando le relative ricevute.

Quando ci si accorge che il proprio bagaglio non è presente sul nastro trasportatore dell’aeroporto di arrivo, bisogna recarsi all’ufficio degli Oggetti Smarriti dell’aeroporto per compilare un modulo. In questo modulo bisogna descrivere accuratamente il proprio bagaglio e bisogna fornire un indirizzo a cui Air Canada potrà recapitarlo una volta trovatolo. Nei casi peggiori il bagaglio potrebbe andare smarrito per sempre. Resta comunque la possibilità di farsi rimborsare dalla compagnia le spese sostenute. È bene però ricordare che i termini per la richiesta di rimborso sono piuttosto stretti: non bisogna far passare più di 21 giorni.

Disagi aerei per cause eccezionali: diritti del passeggero

Le circostanze eccezionali limitano i diritti dei passeggeri nei confronti di Air Canada. In questi casi infatti i disagi subiti non sono direttamente imputabili alla compagnia aerea, che non è tenuta a pagare ai passeggeri nessuna compensazione né tantomeno il risarcimento danni.

Quando il ritardo o la cancellazione del volo sono dovute a cause eccezionali significa infatti che sono avvenute per condizioni atmosferiche avverse, che impediscono all’aeromobile di volare, oppure per ragioni di ordine pubblico o di pubblica sicurezza, se sono ad esempio in corso degli scioperi oppure ci sono state minacce di attentato terroristico. Tutte queste ragioni non sono imputabili alla negligenza di Air Canada.

Quelli che non vengono meno nemmeno in caso di circostanze eccezionali sono gli obblighi di Air Canada di fornire assistenza ai passeggeri, quindi la compagnia dovrà anche in questi casi farsi carico di cibo e bevande e delle eventuali spese per l’hotel e transfer verso la struttura.

Se la compagnia si rifiuta di fornire l’assistenza, come previsto dalla legge, i passeggeri sono autorizzati a chiedere a Air Canada un rimborso delle spese sostenute per i pasti, per l’hotel e il transfer, sempre che siano in grado di dimostrarle con ricevute alla mano.

Risarcimento danni: come ottenerlo

Hai subito un disagio durante il tuo volo con Air Canada? Se il tuo caso rientra in una delle casistiche descritte precedentemente, allora potresti aver diritto ad un risarcimento danni. Attenzione però: la compagnia potrebbe fare di tutto per non riconoscertelo. E’ prassi comune quella di appellarsi alle cause eccezionali per evitare di elargire i dovuti risarcimenti. Noi di vacanzarovinata.it però sappiamo per esperienza che nella maggior parte dei casi si tratta di una tattica della compagnia.

Le compagnie aeree, come pure Air Canada, cercano sempre di evitare i risarcimenti, anche quando questi sono dovuti. Contano sul fatto che, dopo il primo rifiuto, il passeggero si convinca di non averne diritto e rinunci alla sua richiesta. In realtà spesso il passeggero ne ha veramente diritto. Ecco perché è importante farsi seguire da chi è competente in materia ed è in grado di capire quando dietro ad un rifiuto si cela un pretesto per non sborsare denaro.

Contattaci

  • Compila il modulo sottostante inserendo i dati richiesti ed una breve descrizione del problema incontrato.

    La compilazione della richiesta di assistenza non costituisce conferimento di incarico professionale.

    VacanzaRovinata.it entro le 24 ore lavorative dall'invio della richiesta provvederà a contattarti telefonicamente o a mezzo e-mail al fine di richiederti eventuali ulteriori chiarimenti riguardo alla problematica esposta, offrendoti gratuitamente una preliminare valutazione del caso volta a verificare la sussistenza dei presupposti del diritto al rimborso ed al risarcimento.

    Solo qualora deciderai di proseguire nell'azione nei confronti dei responsabili, potrai procedere al conferimento dell'incarico alle condizioni descritte nella pagina assistenza legale.

    I campi contrassegnati da asterisco (*) sono obbligatori.

  • Trascina i file qui oppure
    Tipi di file accettati: png, pdf, docx, doc.
  • Le informazioni personali che vengono richieste sono trattate secondo la legge italiana sulla privacy (legge 196/2003), e ci sono necessarie per la gestione della richiesta. Tutti i dati personali vengono trattati in maniera strettamente confidenziale.