Volo cancellato per sciopero: come ottenere il rimborso?

Fai valere i tuoi diritti!

Se il tuo volo è stato cancellato o è arrivato in ritardo, se ti hanno negato l’imbarco sull’aereo oppure se hai subito un danno da vacanza rovinata a causa di uno sciopero aereo, rivolgiti a noi ed ottieni il dovuto risarcimento senza sostenere alcuna spesa.

Rimborso volo causa sciopero aereo

Lo sciopero è una delle circostanze più ricorrenti dal quale conseguono rilevanti stravolgimenti del traffico aereo con voli cancellati e gravi ritardi aerei.

A chi non è capitato di recarsi in aeroporto munito di regolare biglietto aereo e scoprire solo in quel momento che il volo è stato cancellato o ritardato per sciopero indetto dal personale della stessa compagnia aerea o dagli operatori aeroportuali.

Volo cancellato per sciopero

Diritto al rimborso per ritardo aereo e cancellazione del volo causa sciopero

Sono spesso causa di completa paralisi di tutto il traffico aereo europeo, gli scioperi indetti dai dipendenti delle compagnie aeree quali Alitalia, Air France, Iberia, Lufthansa i quali tentano in questo modo di rivendicare i propri diritti di lavoratori.

Per non farvi cogliere impreparati, consigliamo ai passeggeri di controllare, prima di recarsi in aeroporto, il sito del Ministero dei Trasporti il quale fornisce un aggiornato elenco dei principali scioperi nazionali cliccando qui.

Inoltre sul sito dall’ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile) è possibile leggere la regolamentazione completa sullo sciopero aereo e conoscere quali sono i voli che partiranno regolarmente oltre a quelli garantiti per legge durante le fasce orarie di tutela, dalle ore 7 alle 10 e dalle ore 18 alle 21.

Solitamente l’atteggiamento delle compagnie aeree in questi casi è quello di negare al passeggero qualsiasi richiesta di rimborso, appellandosi appunto al fatto che quella dello sciopero è una delle circostanze eccezionali che esonera la compagnia aerea da responsabilità in caso di cancellazione del volo o di ritardata partenza.

La verità è che la cancellazione del volo o il ritardo aereo per sciopero esonera la compagnia aerea soltanto dal pagamento della compensazione pecuniaria, ma non dall’obbligo di assistere i passeggeri a terra.

Sono previsti infatti per legge precisi obblighi in capo alle compagnie aeree le quali, anche nel corso di uno sciopero, sono tenute a prestare al passeggero rimasto coinvolto nella cancellazione o nella ritardata partenza del volo un’adeguata assistenza durante tutto il periodo di forzata permanenza in aeroporto.

In caso di volo cancellato o ritardato per sciopero, quale assistenza è dovuta al passeggero?

Il passeggero ha pieno diritto ad essere assistito dalla compagnia aerea anche nel caso in cui sia lo sciopero la causa dell’avvenuta cancellazione del volo o della tardiva partenza.

In caso di cancellazione, la compagnia aerea dovrà garantire al passeggero la possibilità di ripartire con volo successivo non appena possibile.

In entrambi i casi di cancellazione e ritardo, il passeggero avrà diritto di ricevere gratuitamente dalla compagnia aerea, durante tutto il periodo di attesa:

  • Bevande e pasti durante tutto il periodo di attesa.
  • Sistemazione in albergo, qualora la cancellazione del volo faccia sorgere la necessità di uno o più pernottamenti.
  • Trasferimenti da e per l’aeroporto all’occorrenza a mezzo taxi o autobus.
  • Due chiamate telefoniche o messaggi via telex, fax o e-mail.

Spetta inoltre al passeggero la possibilità di scegliere liberamente di rinunziare alla partenza nel caso in cui, a causa della cancellazione del volo per sciopero, non sia possibile reperire voli alternativi per raggiungere la destinazione in tempi ragionevoli; a fronte di tale rinunzia, la compagnia aerea dovrà corrispondere al passeggero il rimborso integrale del costo del biglietto non fruito.

Cosa devo fare se nel caso di sciopero la compagnia non dovesse fornirmi assistenza?

Spesso le compagnie aeree si mostrano fragili ed impreparate nell’affrontare l’emergenza derivata da uno sciopero dal quale possono conseguire centinaia di cancellazioni e ritardi.

A causa di tale disorganizzazione il passeggero viene completamente abbandonato in aeroporto senza ricevere alcuna adeguata informazione né assistenza.

Il passeggero sarà dunque tenuto a fare da sé e quindi a prenotare a proprie spese altro volo disponibile (anche se operato da diversa compagnia aerea) per raggiungere la destinazione, trovarsi all’occorrenza un albergo nel quale pernottare e, sempre di tasca propria, provvedere alle spese necessarie per cibo e bevande facendo attenzione a raccogliere e non perdere tutta la documentazione -fiscale e non- comprovante tali spese.

Le compagnie aeree sono in tali casi obbligate a rimborsare il passeggero di tutte le perdite economiche subite e documentate per trasporti, vitto ed alloggio in conseguenza della cancellazione del volo per sciopero.

Al rimborso per volo cancellato o in ritardo per sciopero sono tenute tutte le compagnie e su tutte le tratte aeree?

Non solo le grandi compagnie aeree come American Airlines, British Airways, United Airlines, Delta Airlines, ma anche le piccole compagnie, incluse le low cost come WasyJet, Vueling, Ryanair sono tenute ad erogare ai passeggeri i rimborsi delle spese sostenute in conseguenza volo cancellato o ritardato per sciopero.

Tale diritto al rimborso spetta a tutti i passeggeri che viaggiano da o verso un aeroporto europeo, ad eccezione però delle compagnie non europee i cui voli decollano da Paesi non europei, anche se la destinazione è un aeroporto europeo.

Può il passeggero ottenere ulteriori rimborsi o risarcimenti nel caso di sciopero e di conseguente cancellazione o ritardo aereo?

Se effettivamente la causa della cancellazione o del ritardo del volo è lo sciopero, la legge non prevede in favore del passeggero alcun ulteriore risarcimento né alcuna compensazione pecuniaria.

Trattandosi di circostanza eccezionale infatti, la compagnia non potrà ritenersi responsabile per la cancellazione o ritardata partenza del volo.

Occorre però fare attenzione al fatto che le compagnie aeree non possono legittimamente appellarsi allo sciopero per essere esonerate dal pagamento di ulteriori risarcimenti in favore del passeggero nei seguenti casi:

  • Qualora il volo venga cancellato durante le fasce orarie protette dalla legge e nelle quali quindi deve essere garantita la regolare partenza dei voli.
  • Qualora la cancellazione del volo o la ritardata partenza sia conseguenza di uno sciopero avvenuto nei giorni antecedenti.
  • Qualora di tratti di “sciopero selvaggio” conseguente a ristrutturazione dell’impresa.

In tutti questi casi la compagnia aerea, avendo cancellato o ritardato il volo appellandosi illegittimamente alla causa sciopero, dovrà corrispondere al passeggero non solo al rimborso delle spese sostenute per l’eventuale omessa assistenza ma anche una compensazione pecuniaria sino ad € 600.

Quanto tempo ho per richiedere il rimborso per volo cancellato o in ritardo causa sciopero?

Per richiedere alla compagnia aerea il rimborso la legge prevede il termine massimo di due anni a decorrere dalla data di cancellazione o ritardata partenza del volo per sciopero.

Il consiglio tuttavia è quello di attivarsi sempre quanto prima, una volta rientrati a casa, al fine di accelerare i tempi di ottenimento del rimborso.

Come ottenere il rimborso in caso di volo cancellato e ritardo aereo per sciopero?

Ottenere dalla compagnia aerea il rimborso in caso di volo cancellato o ritardato per sciopero può rivelarsi alquanto difficile se si considera il fatto che tale circostanze eccezionale costituisce una grave perdita economica per la compagnia aerea la quale tenterà di negare o ridurre il più possibile i rimborsi dovuti per legge ai passeggeri.

VacanzaRovinata.it con il suo team di esperti del settore, valutata la sussistenza dei presupposti, ti aiuterà quindi a superare tutti gli ostacoli frapposti dalla compagnia aerea ed a farti ottenere velocemente il rimborso delle spese da te sostenute a causa della mancata assistenza ricevuta in occasione della cancellazione del volo o del ritardo accumulato dal volo per sciopero, senza dover sostenere alcuna spesa.

A differenza degli altri, VacanzaRovinata.it non ti chiederà alcun anticipo di spesa, né tratterà alcuna percentuale dal rimborso a te dovuto per il volo cancellato o ritardato per sciopero e questo sia in caso di esito positivo dell’azione, sia in caso di esito negativo. Infatti, sarà la stessa compagnia aerea a corrispondere ai nostri professionisti il compenso per l’attività legale prestata.

L’obiettivo di VacanzaRovinata.it è quello di semplificare la vita ai passeggeri rimasti vittima di un volo cancellato o in ritardo per sciopero garantendo loro il pieno rispetto dei propri diritti sino all’effettivo conseguimento quindi del rimborso di tutte le spese sostenute